Attualità La Spezia e provincia

Infrastrutture, assessore Giampedrone: “Molto positiva la notizia del Tar che ha respinto il ricorso della seconda classificata per lo stralcio b della variante Aurelia della Spezia

“La notizia della sentenza del TAR che affida i lavori per la realizzazione dello stralcio B della variante Aurelia della Spezia terzo lotto alla Conpat s.c.a.r.l. dichiarando improcedibile il ricorso del Consorzio Medil è molto positiva. Si iniziano a intravvedere gli sforzi fatti nel corso degli ultimi anni, frutto di scelte coraggiose quando, ereditando un cantiere abbandonato a fronte di un lotto unico, abbiamo optato con ANAS per costruire tre stralci di opera rivedendo i singoli progetti e anche i costi complessivi. Oggi a fronte del primo lotto, in corso, che è stato aperto nel 2021 e che traguarda la conclusione dei lavori nel 2024, dalla galleria Castelletti fino allo svincolo di Buonviaggio, abbiamo anche l’opportunità di salutare con grande favore lo stralcio B del lotto 3 che inizierà nei primi mesi del 2023 per concludersi entro il 2026. Mentre il lotto C che terminerà l’opera complessiva e che si sviluppa fra lo svincolo di San Venerio e lo svincolo di Melara, è in attesa della copertura economica in modo che ANAS possa bandire la gara nei prossimi mesi. Tutto questo per una infrastruttura fondamentale non solo per La Spezia, ma per tutto il territorio della provincia che, per troppo tempo è stata abbandonata a se stessa perdendo anni preziosi che ora stiamo, con grande impegno, recuperando giorno dopo giorno. Nelle prossime settimane siamo già d’accordo con il commissario Matteo Castiglioni di ANAS per convocare tutti i sindacati per avere un’interlocuzione con l’azienda aggiudicataria dei lavori per valutare le quote di lavoratori svantaggiati che potranno essere assorbiti nel nuovo cantiere”. Lo ha detto l’assessore regionale alle Infrastrutture Giacomo Giampedrone non appena appresa la notizia della sentenza del Tribunale Amministrativo Regionale che ha sbloccato l’opera su cui pendeva il ricorso della seconda classificata.
L’intervento riguarda lo stralcio B, uno dei tre stralci funzionali della viabilità di accesso all’hub portuale di La Spezia, formalizzando l’aggiudicazione dei lavori dello scorso febbraio per un investimento complessivo di 51,04 mln di euro.

Il progetto parte dallo svincolo di Buonviaggio e, a mezzo della galleria naturale Felettino I e poi del viadotto San Venerio I, si collega allo svincolo di San Venerio. In questo modo vengono collegati gli svincoli di Via Del Forno e Buonviaggio (Stralcio A) con quelli di San Venerio e Melara (Stralcio C), completando l’inserimento nella viabilità comunale ed in quella autostradale (bretella La Spezia – Santo Stefano Magra) dell’intera variante Aurelia. La tratta ha una lunghezza complessiva in asse di 1035 metri con sezione stradale di categoria “C1”.

Il progetto esecutivo di riappalto è stato completato e riapprovato con un tempo di esecuzione di 968 giorni dalla consegna dei lavori.
L’impresa aggiudicatrice a breve inizierà le attività propedeutiche all’avvio dei lavori che saranno consegnati i primi mesi del 2023 dopo la stipula del contratto di appalto.

 

Informazioni sull'autore del post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *