Attualità Genova

Artigianato, i gusti di gelato per la giornata della donna. Il presidente di Confartigianato Liguria, Grasso: “Polemiche assurde”

«Polemiche assurde e strumentali: i gusti di gelato hanno lo scopo di creare l’occasione di riflettere sulle pari opportunità e di puntare i riflettori sul mondo dell’artigianato e, in questa occasione, sulle difficoltà che migliaia di imprenditrici artigiane vivono ogni giorno sulla propria pelle, come ad esempio nell’accesso al credito e nei tempi di vita. La Regione Liguria ed il Comune di Genova, da sempre vicini alle nostre imprese, hanno compreso e condiviso la nostra volontà di lanciare questo semplice messaggio». È questo il commento del presidente di Confartigianato Liguria, Giancarlo Grasso alle polemiche in corso sull’iniziativa realizzata in sinergia con le istituzioni locali.

Ogni ricorrenza, da ultimo per San Valentino, i gelatieri aderenti a Confartigianato si cimentano nella realizzazione di gusti speciali che valorizzano da una parte l’evento e dall’altra la loro maestria e creatività. Un modo per puntare i riflettori anche su un settore in forte espansione e che conta in Liguria oltre 1.800 addetti. La presentazione pubblica dei gusti è anche un’occasione per confrontarsi con gli amministratori e consiglieri liguri e genovesi di entrambi gli schieramenti, sulle problematiche e difficoltà del settore e dell’artigianato nel suo complesso che conta in Liguria oltre 43.000 imprese.

«E proprio in occasioni di confronto come queste – continua Grasso– è nata ad esempio la misura a sostegno dell’imprenditoria femminile, presente all’interno della Cassa Artigiana».

«I nostri eventi – commenta Giancarlo Grasso – non hanno mai avuto la finalità di pensare di aggiungere o togliere “diritti” a nessuno, responsabilità attribuita ad altri. Se qualcuno derubrica tutto ciò a una “marchetta” è sulla strada sbagliata. Noi e le nostre imprese ci sentiamo profondamente offesi dai commenti ironici: un settore che contribuisce allo sviluppo della nostra regione e del nostro paese con profondi sacrifici, realizzando prodotti di alta qualità che rappresentano l’eccellenza del made in Italy nel mondo, nell’interesse del consumatore finale».

«Esprimiamo – conclude Grasso – la nostra profonda solidarietà agli assessori Simona Ferro e Francesca Corso e alle amministrazioni che rappresentano per gli immotivati attacchi ricevuti. Siamo convinti che continueremo ad averle al nostro fianco e a quello delle nostre microimprese per continuare a valorizzare le migliaia di persone che animano il tessuto economico produttivo regionale».

Il prossimo appuntamento sarà il 24 marzo, giornata europea del gelato artigianale, dove i nostri gelatieri si cimenteranno nel gusto dell’anno “Gaufre de Liege”.

Informazioni sull'autore del post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *