Sport

Gru, Bianconi e non solo… ripartono le attività di osservazione del Parco del Beigua

Lo spettacolare passaggio di Gru che ha interessato i cieli della Liguria la scorsa settimana ha dato il via nel Beigua alle attività di osservazione delle migrazioni che ogni anno coinvolgono appassionati ed esperti. Sulla base dei conteggi fatti dai nostri esperti Luca Baghino e Alessandro Ghiggi, nella sola finestra temporale dalle ore 16:00 alle 18:30 di venerdì 23 febbraio, sono transitati sul Beigua 10.020 individui in circa 50 stormi, a cui si è aggiunto un passaggio tardivo nella notte intorno alle ore 1:30. Un risultato superato solo dal passaggio di due anni fa, il 20 febbraio 2022, quando nella finestra di osservazione furono conteggiati 10.500 esemplari.

Le Gru sono solo le “avanguardie” appariscenti e chiassose di un fenomeno ben più vasto, che interessa tante specie di uccelli e che nel Beigua è indagato da tempo, in particolare per quanto riguarda la migrazione dei rapaci. Alle attività di monitoraggio degli esperti si affianca poi un intenso programma di proposte per tutti per fare appassionare grandi e piccoli ai temi dell’ornitologia.

Il primo appuntamento è proprio dedicato alle Gru: sabato 2 marzo insieme a Gabriella Motta partiremo da Varazze per raggiungere il Santuario della Madonna della Guardia, punto di osservazione ideale per comprendere le rotte di migrazione stagionali degli stormi di gru, che con le loro geometrie e i loro richiami sanno sempre farsi notare. L’escursione, mediamente impegnativa, durerà l’intero pomeriggio. Prenotazione obbligatoria on-line entro venerdì alle ore 18, costo € 6,00 a persona.

Entreremo poi nel clima preparatorio che ci porterà al Biancone Day con il webinar “Aspettando i Bianconi” in programma mercoledì 6 marzo alle ore 18 su piattaforma Meet insieme a Gabriella Motta. La partecipazione è gratuita, ma è obbligatorio iscriversi on-line entro il martedì precedente.

Il fine settimana dedicato al Biancone comincerà sabato 16 marzo con un trekking ornitologico gratuito che partirà dal Centro Ornitologico di Case Vaccà sopra Arenzano e si concluderà domenica 17 marzo con l’appuntamento clou, il Biancone Day 2024. Sarà un’intesa giornata dedicata all’osservazione del passaggio dei grandi rapaci migratori nei cieli del Beigua: Bianconi, Falchi pecchiaioli, Nibbi, Falchi di palude, Aquile minori, ma anche molti falchetti come i Lodolai, i Grillai, i Falchi cuculo e tante altre specie da osservare con binocolo o cannocchiale. Le Guide del Parco hanno organizzato partenze scaglionate dalla loc. Agueta per raggiungere il punto dove vengono effettuati i censimenti, visitare il Centro Ornitologico e arrivare fino all’altana, punto di osservazione privilegiato. La partecipazione è gratuita previa prenotazione.

Con il mese di marzo riapre anche il Centro Ornitologico di Case Vaccà, tappa fissa per escursionisti e birder o per chi vuole avvicinarsi al birdwatching da semplice appassionato: negli orari di apertura la nostra ornitologa sarà a disposizione dei visitatori con informazioni sul mondo dell’avifauna, sui siti ideali per l’avvistamento e su come imparare a riconoscere le diverse specie.

Infine da non dimenticare l’opportunità di soggiornare proprio lì dove tutto accade, nel Rifugio del Parco di Case Vaccà per non perdere neanche un minuto dello spettacolo. È possibile prenotare sul sito: https://www.parchicloud.it/case-vacca/

Informazioni sull'autore del post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *