Sport

Volley, B2 femminile ok, B maschile in crisi nera

Albisola.  Festeggia l’Albisola che porta a casa la quarta vittoria su cunque gare mantenendo l’imbattibilità casalinga al cospetto di un Varese che ha dato molto filo da torcere a Montedoro e compagne, molto di più di quel che si può evincere dal risultato ma basta andare a vedere i parziali per capire che si è trattata di una vera e propria battaglia senza esclusioni di colpi. Le ragazze di Zanoni sono riuscite a chiuedere tre a zero una gara che poteva diventare molto pericolosa nonostante alcui passaggi a vuoto che hanno rischiato di compromettere i vari parziali.
Cabina di regia affidata a Martina Montedoro, opposto Aurora Montedoro, di banda Travaglio eLavagna, centrali Veneriano e Damonte libero Conterno, così si schiera l’Iglina e, durante il match spazio per Michela Caviglia (ottimo ingresso con alcune difese importanti in momenti delicati) e Alessia Ujka.
Sulla gara non molto da dire, una battaglia giocata sempre sul punto a punto e su alcuni break che potevano essere determinanti, come quello del terzo set che ha portato Tempocasa Varese sul 18 a 22. A quel punto il set sembrava prendere la direzione di Varese ma, grazia ad una tenacia importante, ad un ottimo giro in battuta di Giulia Lavagna e agli attacchi di Veneriano eTravaglio supportati da una Conterno davvero in grande condizione l’Iglina è riuscita a portare la gara ai vantaggi e poi ha saputo chiuderla nel migliore dei modi.
Se le ragazze sorridono e festeggiano l’ambianete in casa maschile non è certo dei più allegri, la quinta sconfitta consecutiva (ancora per tre a zero) non risolleva ne morale ne, tantomeno, fa classifica. Albisola ci prova per un set, il primo, in cui cerca di stare attaccata agli avversari fino ad arrivare al 16 a 15, ma un successivo parziale di 9 a 6 porta il set in favore di Savigliano.
I liguri  schierano Ernandes in regia, Louza opposto, Assalino e Bottaro bande, Repossi e Buzzial centro e Donati libero. Nel corso del match spazio per tutti gli atleti a referto per cercare di risollevare (inutilmente) le sorti della gara. Se nel primo set la gara è stata in partita almeno fino al sedicesimo punto, nel secondo e terzo parziale Savigliano ha “messo la freccia” prima mantenendo a distanza la Spinnaker gia nella prima fase del set per poi gestire il punteggio e chiudere, entrambi i set, 25 a 15.
 

Informazioni sull'autore del post