Albenga Attualità

Melgrati (FI) contro le liste di attesa eccessivamente lunghe

Savona. “All’atto di insediamento il Commissario dell’Asl 2 Savonese Eugenio Porfido, subentrato al dott. Flavio Neirotti per le ben note vicende legate all’inchiesta sul Gsl, aveva a dichiarare: “Il nostro obiettivo è sempre quello di ridurre il disagio reale del paziente”… A parte l’aulicità del plurale maiestatis, visti i risultati di due mesi di attività del Commissario Porfido sembra proprio che “non ci siamo”! Perchè appare incredibile attendere 9 mesi per prenotare un Ecocolordoppler e non si riesce ad avere un appuntamento per una Elettromiografia se non (forse) fra un anno, perché a oggi il Cup non è in grado di indicare una data del 2017…”. Questa è la denuncia del vicecoordinatore regionale di Forza Italia Marco Melgrati, che continua: Ho le copie di queste prenotazioni, fornitemi da una paziente, che come molti altri sta diventando “impaziente”.
“E che dire di chi, traumatizzato e operato, per esempio al ginocchio, come un altro caso di una persona che si è rivolta a me, si rivolge al Cup di Albenga per prenotare una visita fisiatrica e gli rispondono che non possono prenotargliela, e di rivolgersi in ospedale, non garantendo alcuna soluzione al problema… Infatti in Ospedale ad Albenga l’ambulatorio di Ortopedia come prime visite e controllo è chiuso e non riceve il pubblico, che viene “girato” a Pietra Ligure, intasando il già a tappo ambulatorio Ortopedico, rimanendo solo a supporto del Punto di Primo Intervento, con un orario dalle 9 alle 13… Lo avevo già detto e lo ripeto…questo è un vero spreco e un depauperamento del servizio dell’Ospedale di Albenga!”.
“O di un’altra paziente che a Savona dopo una operazione ortopedica, necessitando di rieducazione, si è sentita ieri dare appuntamento per la visita specialistica a ottobre… e quando dovrebbe farla la rieducazione, quando ha perso la funzione dell’arto?  Le mie battaglie per il miglioramento e a difesa della sanità pubblica ormai sono diventate così note che se un paziente in provincia di Savona subisce quella che ritiene”.
“Per una persona che abbisogna con urgenza di rieducazione dopo un intervento Ortopedico o dopo una frattura rimediata con l’ingessatura non si può pensare che la stessa attenda sei mesi per una visita e poi per la fisioterapia necessaria a ridare all’arto offeso la sua originaria funzione. Dott. Porfido, qualcosa Le è sfuggito se questo è il risultato. E se a Genova in Regione è vero che “il vento è cambiato”, non vorremmo che fosse cambiato in peggio nella offerta sanitaria della provincia di Savona”.
“Ho segnalato questi fatti all’assessore alla Salute Sonia Viale. La invito, conclude il vicecoordinatore regionale di Forza Italia Marco Melgrati riferendosi al dott. Porfido, ad intervenire subito per modificare questo stato di cose, cercando di ridurre i tempi di attesa per gli esami in maniera accettabile, e a risolvere questa problematica delle visite fisiatriche e dell’accesso alla fisioterapia per i pazienti che prima di ieri si potevano prenotare in due giorni, e che oggi sono, vergognosamente, a sei mesi, e a far riaprire alle visite e ai controlli l’ambulatorio di Ortopedia dell’Ospedale di Albenga!” Melgrati-850x466

Informazioni sull'autore del post