Attualità Genova

Genova, assegnato a “Il Porto dei Piccoli” immobile confiscato alla mafia

Al termine della procedura a evidenza pubblica aperta dalla direzione Patrimonio, l’associazione Il Porto dei Piccoli (https://www.ilportodeipiccoli.org/chi-siamo/) ha ottenuto l’assegnazione, per dieci anni a titolo gratuito, di una palazzina in via Vico 1, nel quartiere di Albaro.
«L’immobile è tra le confische alla criminalità organizzata e sarà restituito alla nostra comunità con fini sociali – spiega l’assessore al Patrimonio – l’associazione assegnataria potrà mettere a servizio dei più piccoli, in particolare delle famiglie di bambini in cura al Gaslini, questo immobile di assoluto pregio, dotato di spazi verdi e aperti. L’immobile sarà al centro di un progetto del Porto dei Piccoli che vedrà impegnati operatori specializzati e volontari per fornire supporto e informazioni a malati e alle loro famiglie, operando in sinergia e tenendo conto di tutti gli aspetti sociali, sanitari, economici e giuridici». L’immobile è composto da 16 vani dotati di servizi igienici, si sviluppa su quattro piani ed è dotato di spazio esterno pertinenziale adibito a verde.
Sono 68 gli immobili confiscati alle mafie a Genova, dei quali 44 provenienti dalla “Confisca Canfarotta” (di questi 44 40 sono stati assegnati a finalità sociali, 2 istituzionali e due non sono ancora stati dati in concessione), tutti di civica proprietà. Di questi 68, 12 sono stati assegnati a usi civici, mentre 41 sono stati assegnati a scopo associativo. Solo 10 quelli in attesa di assegnazione.
“Un immobile del genere restituito alla cittadinanza con uno scopo ben preciso e che delinea la visione che Genova sta portando avanti da diversi anni- dichiara l’assessore alle Politiche sociali del Comune di Genova-  Il tessuto sociale che stiamo coltivando ha una fondamentale importanza per la nostra amministrazione. L’associazione “Il Porto dei Piccoli” sarà in prima linea per supportare i più piccoli, in primis i pazienti dell’Istituto Gaslini e le loro famiglie. Proprio in questi giorni è stato inaugurato un nuovo reparto per il trapianto di midollo osseo e strutture di questo tipo non fanno altro che agevolare famiglie che vengono da fuori città. Un servizio che mette in prima linea l’aiuto per coloro che hanno più bisogno: il modo migliore per dare una concreta dimostrazione di sostegno

Informazioni sull'autore del post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *