Cairo Montenotte Cronaca In Primo Piano

Val Bormida, traffico di droga: tre arresti

Dall’inizio dell’anno, infatti, in Val Bormida sono stati numerosi gli arresti e i conseguenti sequestri di droga nei vari comuni di competenza, risultati ottenuti grazie a un costante monitoraggio del territorio e di una profonda conoscenza del tessuto sociale e criminale in esso operante.

L’ultima attività di repressione del traffico di stupefacenti si è chiusa lo scorso marzo con tre arresti da parte dei militari dell’Aliquota Operativa della Compagnia Carabinieri di Cairo Montenotte, il primo nei confronti di un cairese trovato in possesso di 40 grammi circa di cocaina, il secondo di un savonese individuato come subordinato del primo, reo di detenere circa 15 grammi della stessa sostanza illecita, l’ultimo di un altro cairese sempre con il medesimo reato. Per tutti loro è stato rilevato, attraverso una mirata attività investigativa, lo spaccio di droga verso terze persone, queste ultime identificate come semplici acquirenti e segnalati per i provvedimenti amministrativi del caso alla locale Prefettura.

Corroborare l’ipotesi iniziale che dietro i movimenti sospetti del leader del gruppo di indagati ci fosse un vero e proprio traffico articolato di stupefacenti ha richiesto un accorto lavoro preliminare di raccolta d’indizi da parte dei militari dell’Aliquota Operativa, al termine del quale l’Autorità Giudiziaria di Savona, concordando con le risultanze, ha adottato un decreto per le attività tecniche d’indagine a carico dei sospettati.

L’ascolto delle conversazioni del capo del piccolo sodalizio di malviventi ha permesso di fugare ogni dubbio residuo e procedere poco dopo all’arresto in flagranza di reato di due dei componenti, nonché l’esecuzione di un ulteriore decreto di carcerazione per l’unico dei tre non sorpreso in flagranza in possesso di stupefacenti, ma il cui ruolo era ormai emerso chiaro agli inquirenti.

I carabinieri dell’Aliquota Operativa di Cairo Montenotte, già tra la fine del 2023 e i primi mesi del 2024, avevano portato a termine con profitto un’altra attività d’indagine, sempre nel contesto dello spaccio illecito di stupefacenti, che si era conclusa con l’arresto di otto persone in flagranza di reato e il sequestro di un ingente quantitativo di stupefacenti del tipo hashish e cocaina.

Ora gli indagati si dovranno difendere in giudizio presso il locale Tribunale dalle accuse di spaccio di stupefacenti nei loro confronti – concludono dal Comando Provinciale Carabinieri Savona – essendo il procedimento attualmente nella fase preliminare e tutti i provvedimenti finora adottati non implicano la loro responsabilità, non essendo stata assunta alcuna decisione definitiva da parte dall’Autorità Giudiziaria“.

Informazioni sull'autore del post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *