Attualità La Spezia e provincia

La Spezia, edifici di edilizia residenziale pubblica di via Bologna, presidente Toti e assessore Scajola: “A metà febbraio iniziano i lavori di ricostruzione”

Prosegue il progetto di demolizione e ricostruzione delle palazzine di edilizia residenziale pubblica di via Bologna, evacuate nel 2015 per gravi problemi statici.

Le operazioni di abbattimento stanno procedendo secondo cronoprogramma, entro il 14 gennaio saranno ultimati ii lavori di demolizione del civico 125-127, entro il 28 febbraio quelli del civico 121-123.

I lavori di ricostruzione avranno inizio il 13 febbraio e saranno terminati entro il 31/12/2023. “Un’operazione coraggiosa, che prevede un investimento complessivo di 8,5 milioni di euro, che stiamo realizzando rispettando la tempistica prevista – affermano il presidente della Regione Liguria Giovanni Toti e l’assessore regionale Marco Scajola -.

Entro fine anno saranno terminati i lavori di ricostruzione delle due palazzine, 40 nuovi alloggi, in edifici antisismici di classe energetica A4”.

“Nel progetto è sempre stata prestata grande attenzione alle esigenze degli utenti degli alloggi – spiega ancora l’assessore Marco Scajola -, che sono stati ricollocati tutti in alloggi di pari superficie, con possibilità di almeno due scelte, situati in una distanza massima di 700 metri, è stato mantenuto o ridotto il canone di affitto e gli oneri di trasloco, disdette e allacci delle utenze sono stati sostenuti da ARTE Spezia.

Anche in questa seconda fase è previsto un coinvolgimento degli assegnatari originari.

Entro il 30 gennaio, infatti, saranno convocati e verranno presentate le nuove proposte di assegnazione degli alloggi, in considerazione delle attuali esigenze dei nuclei famigliari.

Il ritorno nelle nuove palazzine di via Bologna rappresenta una facoltà per gli utenti, che possono decidere di rimanere negli alloggi nei quali abitano attualmente.

In caso di trasferimento nei nuovi stabili, gli oneri di trasloco e di allaccio delle utenze saranno sostenuti da ARTE Spezia.

Sarà riservata particolare attenzione ai nuclei famigliari con minori in età scolare, disabili e anziani. Un intervento edilizio e sociale straordinario, che Regione Liguria sta portando avanti con determinazione”.

Informazioni sull'autore del post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *