Politica

Regione Liguria, approvato in Consiglio Regionale l’istituzione di un fondo di aiuti per famiglie e imprese

E’ stato approvato in Consiglio regionale l’Ordine del Giorno con cui ho chiesto a Regione Liguria l’istituzione di un Fondo regionale per gli aiuti sul rincaro energia, da finanziare considerando una revisione della normativa Imu per la ripartizione dei fondi tra Stato e Comune.Sorprende apprendere che un tale atto, pensato per trovare una veloce soluzione a favore delle famiglie e delle imprese in difficoltà, non abbia trovato l’approvazione della minoranza, astenutasi in toto dalla votazione e con anche un voto contrario”. Lo rende noto il consigliere regionale di maggioranza (Cambiamo!), Alessandro Bozzano

“Le nostre famiglie e le aziende ligure stanno attraversando un momento di enorme difficoltà, con il rincaro dei prezzi dell’energia che si ripercuote necessariamente sulla vita di tutti i giorni. E’ ormai necessario partire con misure URGENTI per il contenimento dei costi dell’energia elettrica e del gas naturale, per lo sviluppo delle energie rinnovabili e per il rilancio delle politiche industriali. Mentre attendiamo di vedere entrare in campo concretamente le risposte del Governo, con un Ordine del Giorno ho voluto sollecitare Regione Liguria a fare la propria parte, istituendo un Fondo regionale dedicato agli aiuti a famiglie e imprese”, ha proseguito.

“Senza scendere nei tecnicismi, ho consigliato di prendere in considerazione una revisione della normativa Imu, mettendo in atto una ripartizione dei fondi tra Stato e Comune. Basterebbe infatti che il Governo lasci sul territorio una parte del gettito Imu che inopportunamente sottrae alla disponibilità dei Comuni. Infatti l’attuale norma prevede che la percentuale fissa del 4 per mille dell’Imu sia direttamente trasferita a Roma. Tale ingerenza, in barba al federalismo comunale, appare sottrattiva di risorse importanti da riversare nella comunità ligure, risorse che potrebbero garantire ossigeno prezioso in un momento di grandissima difficoltà”, ha concluso, Bozzano.

Informazioni sull'autore del post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *