Cronaca Genova In Primo Piano

Genova, operazione “BEhind the flag”. La Guardia di Finanza scopre un’evasione da 18 milioni di euro

Un’ evasione fiscale da oltre 18 milioni e mezzo di euro. E’ quanto emerso nell’operazione denominata “Behind the flag” dalla Guardia di Finanza e che ha visto i militari del Reparto Operativo Aeronavale di Genova attivi con un occhio di riguardo nei confronti di darsene e pontili in uso a privati presenti presso le località rivierasche della Liguria.

La documentazione acquisita, anche grazie al prezioso contributo fornito dalle banche dati in uso al Corpo, ha permesso di accertare che delle 71 unità da diporto sottoposte a controllo e battenti bandiera estera ma appartenenti a proprietari italiani, ben 60 erano completamente sconosciute al fisco al netto delle annuali dichiarazioni dei redditi dei titolari, per un valore complessivo pari a 18.517.234 euro.

Per quest’ultime, l’omessa dichiarazione riferita agli ultimi cinque anni d’imposta, comporterà sanzioni amministrative da un minimo del 3% a un massimo del 15% del valore storico del bene, per un importo complessivo pari a oltre 7 milioni e 400mila euro.

La normativa vigente consente infatti ai cittadini residenti in Italia di poter immatricolare le proprie imbarcazioni presso i registri dei Paesi stranieri con il conseguente contestuale obbligo di indicare il valore di ogni investimento o bene detenuto all’estero nell’apposito quadro “RW” così come previsto all’art. 4 del Decreto Legge n. 167/1990.

L’attività delle Fiamme Gialle della componente navale ligure nel settore della Polizia Economico Finanziaria non ha riguardato solo questo tipo di operazione ma anche un’intensa attività di controllo, sviluppata sull’intero litorale ligure.

Informazioni sull'autore del post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *