Genova Politica

Sospensione interventi programmati al San Martino di Genova, il PD: “Provvedimento senza precedenti che dimostra incapacità della Giunta Toti”

“La sospensione degli interventi programmati al San Martino è un provvedimento senza precedenti che dimostra l’incapacità della Giunta Toti di gestire e risolvere i problemi della Sanità ligure. Un anno fa la Giunta parlava di Restart Liguria e azzeramento delle liste d’attesa, oggi il San Martino alza bandiera bianca: siamo di fronte al fallimento politico della gestione sanitaria di Toti e della destra”

“La sospensione per tre mesi degli interventi chirurgici programmati al San Martino perché mancano gli infermieri è di una gravità inaudita, l’ennesima prova della situazione disastrosa in cui versa la Sanità pubblica in Liguria, le cui responsabilità politiche sono di Toti e della destra. In questi anni, nonostante gli appelli di medici e operatori sanitari, la Giunta ha solo cercato di spostare il problema dirottando soldi e pazienti sul privato, senza intervenire sugli ospedali, che oggi sono al collasso nonostante l’impegno di medici e operatori sanitari. Solo al San Martino mancano 230 infermieri, e il direttore generale parla di una pesante carenza di anestesisti, tecnici di laboratorio e radiologia”, dichiarano i consiglieri regionali del Partito Democratico dopo la notizia del blocco degli interventi programmati al San Martino per carenza di infermieri.

“C’è sicuramente una difficoltà nazionale sull’assunzione di personale – osservano i consiglieri PD – ma in Liguria la situazione è ancora più grave visto che durante la pandemia le altre Regioni assumevano personale e noi no. E anche il concorso per infermieri bandito quest’anno si è rivelato tardivo e insufficiente e il provvedimento che l’Ospedale San Martino è stato costretto ad approvare ne è la dimostrazione. La selezione andava avviata almeno due anni prima per non trovarsi oggi in queste condizioni”.

“Un anno fa la Giunta Toti parlava di Restart Liguria e azzeramento delle liste d’attesa, un anno dopo il San Martino, il principale ospedale della Regione, alza bandiera bianca e dice che può fare solo gli interventi urgenti ed è costretto a rinviare quelli programmati per carenza di personale. Non riuscendo a garantire cure adeguate e tempestive a tutti. Siamo di fronte al fallimento politico della gestione sanitaria di Toti e della destra: una sanità pubblica allo sbando e al collasso”, conclude il Gruppo consiliare del PD.

Informazioni sull'autore del post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *