Cronaca In Primo Piano

Vaccino AstraZeneca e rari casi di trombosi: “Non si identificano rischi generalizzati quindi non si raccomandano misure specifiche”

“Gli eventi rari” di trombosi cerebrale “sono effetti collaterali molto rari” del vaccino AstraZeneca. Lo ha riferito l’EMA dopo la nuova valutazione in relazione ad alcuni casi di trombosi dopo la somministrazione del vaccino. La maggior parte dei casi segnalati “si è verificata in donne sotto il 60 anni”, ed entro due settimane dall prima dose. L’EMA ribadisce che i “benefici superano i rischi”, ma “imporrà ad AstraZeneca robusti studi per capire di più sugli effetti di rischio”. L’EMA ha comunque rilevato un “possibile legame”tra il vaccino AstraZeneca e rare trombosi cerebrali. L’Agenzia europea raccomanda a chi ha ricevuto il vaccino di “cercare immediatamente assistenza medica in casi di coaguli di sangue e piastrine basse, non è stato dimostrato un nesso tra i casi avversi e l’età, non si identificano rischi generalizzati quindi non si raccomandano misure specifiche, è molto più alto il rischio di mortalità causa COVID”, ha concluso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *