Regione, approvata la nuova legge sui servizi funebri. Vaccarezza (Cambiamo!): “Un passo avanti”

E’stata approvata pochi minuti fa durante la seduta dell’Assemblea Consiliare della Regione Liguria la legge a disciplina dei servizi necroscopici, funebri e cimiteriali presentata dal Capogruppo di Cambiamo! In regione Angelo Vaccarezza.
“Sono molto soddisfatto- ha commentato il Capogruppo – l’argomento é molto delicato e ogni azione intrapresa in questo cammino avrebbe potuto essere suscettibile di eventuali fraintendimenti, ma grazie alla collaborazione di tutte le realtà coinvolte, finalmente anche Regione Liguria ha una precisa disciplina in merito.
Stiamo parlando di un’attività di non facilissima gestione, che si configura come attività di interesse generale attinente alla salute pubblica ed alla pubblica sicurezza, con importanti aspetti di natura igienico-sanitaria. Imperativo istituire una regolamentazione precisa per un settore importante dal punto di vista sanitario, ma anche da quello legato ad un argomento così delicato, legato ad aspetti più profondi dell’esistenza umana.
Questo documento è nato inoltre con prospettive legate alla possibilità di realizzazione di crescita sotto il profilo economico, ma soprattutto di implementazione della professionalità degli addetti ai lavori, in modo da offrire un servizio di maggiore qualità del settore.
Questo aprirebbe le porte a occupazione e imprenditorialità, ma, cosa ancora più importante, una maggior tutela delle famiglie che si trovano a dover affrontare un passaggio emotivamente molto complesso.
La Proposta di Legge si prefigge, a tutela della libertà di scelta delle famiglie e a garanzia del buon espletamento di servizi per loro natura peculiari, di descrivere i requisiti che i soggetti economici devono continuativamente possedere, data la loro preminente vocazione igienico-sanitaria, per poter essere autorizzati allo svolgimento dì tale attività.
Nella redazione di questa Legge, abbiamo tenuto in considerazione il tessuto imprenditoriale funebre e la sua distribuzione nella nostra regione, evitando anacronistiche considerazioni di natura monopolistica e invogliando la creazione di nuovi strumenti societari di sviluppo e aggregazione.
Questa approvazione, rappresenta per il settore un passo avanti anche per una ricerca di professionalità, operativita ed organizzazione, nata anche e soprattutto dalle richieste e dai diritti acquisiti da parte delle famiglie colpite da un lutto”.

Condividi ora

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi