Attualità Quiliano

Quiliano in aiuto delle famiglie in difficoltà

Infatti, l’amministrazione comunale sta definendo le modalità per assegnare i 38.134.83 euro appena ricevuti dal Governo per la solidarietà alimentare

La comunità di Quiliano si mobilita per supportare le famiglie in difficoltà economiche a causa dell’emergenza Covid-19.

Infatti, l’amministrazione comunale sta definendo le modalità per assegnare i 38.134.83 euro appena ricevuti dal Governo per la solidarietà alimentare in buoni spesa per l’acquisto di generi alimentari e prodotti di prima necessità. Risorse che, ora, potranno essere ulteriormente integrate da chiunque voglia effettuare una donazione sul nuovo conto corrente bancario aperto appositamente per la raccolta, come previsto dal decreto, dal Comune e disponibile fino alla fine dell’emergenza alle seguenti coordinate:

Codice Iban: IT81 Y 05696 10600000016003X08, codice BIC: POSOIT22, causale: “Donazione pro-emergenza Covid-19”.

Con un’ordinanza, l’amministrazione ha poi definito i criteri, comuni all’intero ambito locale dei Servizi Sociali, secondo i quali i cittadini indigenti potranno accedere al fondo: “L’unica differenza di ambito è che, non avendo sul territorio strutture di grande distribuzione, gli esercizi commerciali a cui le famiglie bisognose potranno recarsi sono singoli negozi – afferma Tiziana Bruzzone, assessore al Commercio e al Bilancio del Comune di Quiliano – a breve, pubblicheremo l’elenco completo dei negozi aderenti sul sito istituzionale, con la specificazione eventuale della possibilità di consegnare la spesa a domicilio“.

Mantenuti omogenei anche gli importi dei buoni spesa: “Si tratta di una tantum, valida per la durata dell’emergenza, le cui cifre, fino all’esaurimento delle risorse ricevute, variano dai 160 euro per nuclei famigliari fino a 2 persone a 280 euro per quelli composti da 3 a 4 persone, mentre le famiglie con 5 persone o più percepiranno 400 euro– dichiara Nadia Ottonello, vicesindaco con delega ai servizi sociali – gli interessati, tra cui anche i nuclei famigliari monoparentali, potranno presentare richiesta dal 6 al 10 aprile, dopo il ritiro delle domande, verrà redatta al più presto la graduatoria dei beneficiari degli aiuti economici, i quali potranno ritirare i buoni negli uffici amministrativi, in quanto, per decreto, tutta l’operazione, compreso l’utilizzo dei buoni, dovrà compiersi entro il 30 aprile“.

Le istanze potranno essere scaricate dal sito del Comune o ritirate in copia cartacea nella sede comunale. “Secondo il decreto, l’agevolazione è volta a sostenere le persone e le famiglie in condizioni di assoluto momentaneo disagio – continua – l’accesso sarà prioritario per i soggetti non assegnatari di sostegni pubblici e non sarà previsto in caso di contributi pubblici superiori a 500 euro al mese, pensioni sociali o di anzianità e liquidità sui conti correnti superiori a 1.200 euro“.

Per loro, ma non solo, ci pensa la comunità quilianese: infatti, l’amministrazione ha concesso il patrocinio all’iniziativa privata promossa dalla Polisportiva locale che, a partire da venerdì 3 aprile, distribuirà pacchi di generi di prima necessità, anche extra alimentari, a chi ne avrà bisogno: “Le consegne avverranno tutti i giorni dalle ore 19 alle 21 e, al sabato e alla domenica, dalle ore 9 alle 12 e dalle 15 alle 19– riprende l’assessore Bruzzone – la nostra idea è destinare il servizio alle persone che non hanno tutti i requisiti per accedere ai buoni spesa statali o non li raggiungono per poco“.

La polisportiva di Quiliano consegnerà anche i pasti monoporzione messi a disposizione dal negozio di surgelati “Sottozero” di Savona. Tra le altre iniziative correlate, la panetteria “Alemanni” di Valleggia donerà il pane fresco alle famiglie indigenti segnalate dai Servizi Sociali, che lo riceveranno grazie alla consegna a domicilio svolta dai militi della Croce Rossa locale. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *