Cronaca Pallare

Pallare, via libera ai lavori in somma urgenza sulla Sp15

Lo ha annunciato la consigliera provinciale Luana Isella

Con il via libera della Regione Liguria ai lavori di somma urgenza finanziati con i fondi alluvionali della Protezione civile, il cantiere sulla Sp15 a Pallare, località Triberti, riparte da oggi con gli interventi di ripristino del muro crollato sabato 28 marzo.

Lo ha reso noto il consigliere provinciale Luana Isella: “Nella giornata di sabato 28 marzo, in prossimità del cantiere lungo la Sp 15, in località Triberti, si è registrato un aggravamento del muro di valle posto lungo la strada provinciale, causato, probabilmente, dalle piogge e dalle nevicate dei giorni scorsi. L’area, al km 7+800, era già stata interessata da un cedimento strutturale nel dicembre 2019 e, conseguentemente, oggetto di finanziamento in somma urgenza da parte dei fondi alluvionali della Protezione civile”. 

“L’impresa, in considerazione dell’improvvisa criticità ha allertato immediatamente i tecnici della Provincia che, con il sopralluogo di sabato, hanno verificato le condizioni di sicurezza delimitando la zona del crollo e lasciando la strada aperta, con un limite di peso di 35 quintali, a senso unico alternato a vista. Per merito della collaborazione con il direttore dei lavori del cantiere siamo riusciti ad avere, nella giornata di lunedì 30 marzo, la completa entità dell’intervento da realizzare in più a quello già preventivato a dicembre 2019, la cui somma è stata calcolata in 420.000,00 euro” conclude la Isella. 

“Con tempestività, dichiara il Presidente della Provincia di Savona – Pierangelo Olivieri – abbiamo contattato l’assessore regionale Giampedrone e i sui Uffici e, da questi, abbiamo avuto la conferma che la Provincia può continuare a procedere con i lavori di somma urgenza inglobando anche il tratto di muro crollato”.

“Un grande lavoro di squadra, quindi, che ci ha consentito di non interrompere le operazioni sulla provinciale, una sinergia con l’Impresa, intervenuta subito, i tecnici del nostro Ente, reperibili di fatto h24, e la Regione Liguria, sempre pronta a rispondere in caso di necessità da parte dei Territori. A Tutti grazie, grazie per il risultato ottenuto che ci consente, a partire da oggi, un cantiere nuovamente in attività con le riparazioni del tubo dell’acquedotto del CIRA compromesso dal cedimento del muro”. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *