Uncategorized

Treni, un arresto e oltre duemila persone identificate nelle feste natalizie dalla Polfer

Grande attenzione è stata rivolta alla tutela delle cosiddette “fasce deboli”

Una persona arrestata, 2.538 persone identificate, di cui 21 indagate, 92 i treni scortati, di cui 12 a lunga percorrenza e 585 i servizi di vigilanza all’interno degli scali ferroviari.

Questo il risultato dell’attività di controllo della Polizia Ferroviaria Ligure a bordo dei treni e nelle stazioni ferroviarie nel periodo natalizio compreso dal 18 dicembre 2019 al 7 gennaio 2020. Il periodo delle Festività appena trascorso è stato, come ogni anno, particolarmente intenso per il Compartimento di Genova che ha predisposto un aumento dei servizi di specialità, atteso l’incremento dei passeggeri nelle stazioni e sui convogli ferroviari. 

Si è dedicata inoltre una giornata al controllo dei bagagli dei viaggiatori nell’ambito del servizio “Operazioni Stazioni sicure”, ricorrendo alle strumentazioni tecniche in possesso della Polizia Ferroviaria e all’ausilio delle Unità cinofile. Altre due giornate sono state riservate a controlli straordinari nelle stazioni di Genova Principe e Genova Brignole, nonché negli scali di La Spezia e Imperia, in sinergia con le Questure delle rispettive Province. 

Grande attenzione è stata rivolta alla tutela delle cosiddette “fasce deboli”, 2 i minori stranieri rintracciati e riaffidati alle strutture che li hanno in tutela. Non solo repressione ma anche prevenzione e prossimità da sempre obbiettivi che la Polizia Ferroviaria persegue per garantire la sicurezza dei viaggiatori. 

Informazioni sull'autore del post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *