Cronaca

Tarabusino ferito consegnato ai volontari dell'Enpa

Nei canneti dei corsi d’acqua che attraversano i territori di Loano, Pietra Ligure e Borgio Verezzi vive un discreto numero di tarabusi e tarabusini; ed ogni tanto i volontari della Protezione Animali sono chiamati a soccorrerne qualcuno, ferito o malato, trovato in difficoltà spesso da qualche turista; altre colonie di questi volatili si trovano in minor numero in tutti i torrenti della Riviera.
Ed è accaduto ieri a Borgio Verezzi, dove un grazioso tarabusino è stato consegnato ai volontari da una persona che l’aveva trovato gravemente ferito alla testa, forse dall’impatto con un’auto. E’ ora in cura presso la sede ENPA di Savona, assieme a merli caduti dai nidi, pipistrelli, pettirossi, passeri, germani reali e più comuni gabbiani reali e colombi. In inverno l’ENPA soccorre ogni mese circa un centinaio di animali, che diventano 300-400 ed oltre a partire da aprile e fino a settembre; un’attività impegnativa e pesante portata avanti da sempre troppo pochi volontari alle prese con turni massacranti.
Per questo l’associazione rinnova l’appello a chi ama gli animali a mettere a disposizione il proprio tempo per collaborare; basterà telefonare per accordi allo 019 824735, dal lunedì al sabato, dalle 10 alle 12 e dalle 17 alle 19, chiedendo del reparto selvatici. Il soccorso della fauna selvatica è un compito affidato dalle leggi vigenti alla Regione Liguria, anche mediante convenzioni con associazioni come l’ENPA, in attesa della stipula per il 2016.

Informazioni sull'autore del post