Cronaca In Primo Piano Savona

Dia, porti di Genova e Savona principali ingressi degli stupefacenti in Italia

I dati illustrati oggi a Genova

“L’attenzione sul porto di Genova deve essere innalzata perché lo scalo genovese, insieme in parte a quello di Savona, rappresentano i principali porti di ingresso degli stupefacenti nel nostro Paese come dimostrano gli ingenti sequestri di questi anni”. Lo ha detto il colonnello Mario Mettifogo della Dia illustrando i dati liguri relativi al secondo semestre 2018 sulla criminalità. “Il ruolo del porto – ha detto – si fa ancora più cruciale visto che quando si parla di droga ci troviamo a affrontare una criminalità liquida pronta a costruire ogni tipo di alleanze per ottenere i profitti”. Per la Dia le indagini degli ultimi anni hanno evidenziato da parte della criminalità il ricorso a atti intimidatori, in particolare incendi dolosi “spesso coincidenti con i tentativi di condizionamento delle amministrazioni locali anche al fine dell’accaparramento di appalti pubblici. Un fenomeno in crescita nella nostra Regione con 47 incendi dolosi accertati nel 2018 contro i 15 dell’anno precedente”. (ANSA)

Informazioni sull'autore del post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *