Genova Politica

Beni confiscati alle Mafie, Maresca: «Pugno duro del Comune per ripristino legalità»

«Il Comune di Genova sta mettendo in campo, in accordo con l’assessorato alla Sicurezza e all’assessore Gambino – tutte le misure necessarie affinché problematiche ed episodi come quello accaduto qualche giorno fa a opera di un membro della famiglia Canfarotta non si ripeta. È nostra intenzione usare il pugno duro nei confronti di che perpetra certi atteggiamenti e denunceremo abusi e occupazioni abusive per far sì che la Polizia locale possa ripristinare in maniera celere la legalità. Come Comune teniamo lo stato dei beni confiscati alle mafie strettamente attenzionato e al prossimo tavolo di lavoro inviteremo tutti gli intenti competenti, dalla questura alle forze dell’ordine, inclusi enti ed associazioni, per lavorare in maniera congiunta a tutela della legalità». Lo ha detto l’assessore al Patrimonio Francesco Maresca.

Informazioni sull'autore del post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *