Economia Genova Vado Ligure

Vado Ligure, consegnate le aree di cantiere dei cassoni della diga di Genova

Sta prendendo forma nell’impianto di prefabbricazione denominato “Dario”, installato nello specchio acqueo antistante la piattaforma multipurpose del bacino del porto di Vado, il primo cassone della nuova diga foranea di Genova.

Come annunciato nel mese di marzo, sono state consegnate le aree di cantiere e conseguentemente avviate le prime attività come previsto dal cronoprogramma, tra le quali l’approvvigionamento dei ferri di armatura dei cassoni cellulari in cemento.

Il primo getto di calcestruzzo sarà avviato verso fine settimana e proseguirà senza sosta fino al completamento del primo cassone che, insieme ai successivi in produzione a ciclo continuo, andrà a realizzare la prima dorsale della nuova diga che si trova all’incirca di fronte alla Lanterna di Genova.

In parallelo, sempre nel cantiere di Vado, proseguono sulla testata della piattaforma i lavori per l’installazione delle gru a servizio del secondo impianto galleggiante di prefabbricazione dei cassoni, uno speciale mezzo nautico denominato Tronds Barge 33, dotato di caratteristiche necessarie a sostenere l’allestimento delle attrezzature per la produzione dei cassoni di più grande dimensione.

Prossima “milestone” da traguardare, secondo l’Autorità Portuale, nel mese di maggio sarà la posa di questo primo cassone che,  una volta ultimato presso l’impianto di Vado Ligure, verrà messo in galleggiamento con una complessa serie di operazioni ed infine trasportato via mare fino al porto di Genova, dove sarà affondato nella sua sede definitiva, al di sopra dello scanno di imbasamento realizzato sulle colonne di ghiaia.

Informazioni sull'autore del post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *