Albenga Cultura e Spettacoli

Albenga, grande successo per il “Palio Storico” 2023

Si chiude il sipario sulla XIII edizione del Palio Storico di Albenga. Vincitore delle gare del Palio è il Quartiere San Siro, mentre la gara della “Storicità” (che valorizza il corteo, gli abiti e i mestieri rievocati) è stata vinta dal Quartiere Sant’Eulalia. Premi speciali per tutti e quattro i Quartieri ai quali è stato consegnato un riconoscimento per l’impegno profuso in questa edizione sotto il punto di vista della valorizzazione storica offerto dagli sponsor e, in particolare per San Giovanni, dall’Associazione Tra le Torri di Albenga. San Giovanni per la “migliore rappresentazione”, Santa Maria per le “fonti storiche”, Sant’Eulalia per la “ricostruzione strutturale” e San Siro per la “caratterizzazione e portamento dei personaggi”.

Quattro serate di successo, l’edizione 2023 ha visto la partecipazione di migliaia di persone, famiglie, bambini, giovani e meno giovani, il Palio Storico di Albenga è diventato un evento adatto a tutti grazie alle tante energie messe in campo dall’organizzazione e per la differente offerta proposta.

Un evento ormai molto complesso che si è rivelato perfetto sotto tutti i punti di vista, sia sotto il profilo dell’organizzazione, sia sotto il profilo della sicurezza per la quale ringraziamo tutte le squadre di volontari  della Protezione Civile intervenuti. Un ringraziamento davvero sentito a tutti coloro che si sono impegnati per la buona riuscita della manifestazione.

In particolare il Palio dei bambini in Piazza del Popolo a cura di Caffè Letterario Ai Giardinetti che, grazie ad un format ormai collaudato, le novità e le attrattive sempre differenti, unite all’impegno dei titolari, ha portato ormai ad avere un evento, nell’evento, di forte richiamo per le nuove generazioni.

Corteo storico, Palio dei Quartieri, spettacoli di giocolieri, musici e animatori, giullari e mangiafuoco, danze, combattimenti in armi, tornei di cavalieri e armigeri alle porte. Un’atmosfera incredibile che ancora si respira per la città, dove i quattro Quartieri (San Giovanni, San Siro, Santa Maria e Sant’Eulalia) si sono sfidati all’ultimo respiro nelle gare del “Palio”  -tiro con l’arco, la famiglia medievale, il tiro alla fune e il neonato gioco della sassaiola per i quali ringraziamo la sezione AIA di Albenga per il supporto tecnico fornito capitanati dal responsabile gare palio Giacomo Di Gangi – e nella gara della “Storicità”. Piazza che è stata palcoscenico di grandi spettacoli dei vari artisti intervenuti in questa edizione.

Ogni Quartiere ha rievocato uno o più mestieri. Dall’economia circolare, i contadini e la cartiera del Quartiere Sant’Eulalia alla cereria del Quartiere San Giovanni, dalla Mescita del vino del Quartiere Santa Maria alla conciatura delle pelli del Quartiere San Siro. Un viaggio nel tempo grazie al meticoloso lavoro svolto dagli storici dei Quartieri in collaborazione con esperti professionisti e coordinati dal responsabile Storicità Dott. Nicolò Staricco.

Grande chiusura, ieri sera, con il Gran Banchetto Medievale in Piazza Trincheri in collaborazione con OttoFood Albenga e Caffè Caliente. Una serata dove si è potuto rivivere l’atmosfera di corte comodamente seduti accompagnati dai Tamburini del Podestà e gli spettacoli di Milfo Lo Buffon Giullare e Pierpaolo Pederzini.

La Presidente Nicoletta Bellando: “Ringrazio a nome dell’Associazione Rievocatori Ingauni la Regione Liguria e il Comune di Albenga per il patrocinio e il contributo concesso, un particolare ringraziamento allo sponsor Peirano Bevande -main sponsor dell’evento- e a tutto lo staff di OttoFood Albenga, in particolare Manuela, Claudia ed Emanuele per il supporto all’organizzazione del Gran Banchetto Medievale.

Grazie all’Associazione Culturale La Duecentesca per il supporto, per il servizio di armigeri e per i grandi spettacoli proposti nelle serate di venerdì e sabato sera.

Un ringraziamento speciale va all’Amministrazione, a tutti i volontari della sicurezza intervenuti, i dipendenti comunali, i giudici, il Gruppo AIA Albenga. Tutti i gruppi di artisti intervenuti nell’edizione 2023, Fabrizio e Antonella Dellavalle per la cucina, tutti i soci dell’Associazione Rievocatori Ingauni e i soci dei Quartieri, Mattia Righello e tutto lo staff dell’agenzia Mway Communication & Events”

Afferma il Sindaco Riccardo Tomatis“Quella di quest’anno è stata una edizione del Palio Storico di Albenga ancora più partecipata degli scorsi anni sia da parte dei nostri concittadini che dei visitatori delle cittadine vicine che da parte di turisti che sempre più spesso scelgono il periodo delle loro ferie proprio per poter partecipare a questo evento.

Tutto questo credo che renda evidente come il Palio Storico di Albenga sia cresciuto nel corso degli ultimi anni.

Se ciò è stato possibile è, innanzitutto, per il lavoro costante degli organizzatori, in particolare l’associazione Rievocatori Ingauni e del Comune – a tal proposito ringrazio in particolare gli uffici, il vicesindaco Alberto Passino e l’assessore agli eventi Marta Gaia che durante tutto l’anno fanno riunioni periodiche per organizzare al meglio il Palio – ma anche grazie ai numerosi volontari, delle forse dell’ordine e della Polizia Locale che si occupano della gestione di alcuni aspetti, a volte poco visibili, ma fondamentale affinché l’evento possa svolgersi in sicurezza.

Anche quest’anno la sfida tra i Quartieri ci ha coinvolti ed appassionati così come gli spettacoli e gli allestimenti.

Il Palio, mai come quest’anno, è stato partecipato sia da famiglie che da ragazzi che avevano come unico obiettivo quello di divertirsi in modo positivo, tanto è vero che in nessuna delle quattro sere si sono verificati particolari problematiche.

La serata conclusiva, con la Cena Medievale, è stata particolarmente suggestiva e coinvolgente. Insomma, un bilancio estremamente positivo che non ci porta ad adagiarci sui risultati ottenuti, ma ci fa guardare al domani per continuare a migliorare e crescere.

Vorrei infine sottolineare – conclude il primo cittadino – il lavoro che viene fatto, non solo durante le serate del Palio o nella fase organizzativa, ma anche tra una serata e l’altra.

Il Centro Storico viene sistemato e ripulito – e per questo ringrazio la SAT – e torna rapidamente ad essere fruibile già nelle prime ore del mattino”.

Assessore Marta Gaia: “Ringrazio tutti coloro che hanno partecipato alla realizzazione di questa edizione da record, in particolare i Quartieri e l’associazione Rievocatori che hanno lavorato per tutto l’anno con impegno e costanza sulla storicità ricreando angoli medievali che hanno permesso ai visitatori di rivivere un’epoca che ha caratterizzato la nostra città.

Questa edizione ha visto ancora una volta il successo del Palio dei bambini realizzato grazie al ‘Caffè Ai Giardinetti’.

Il Palio è sempre più un evento di richiamo che porta grandi numeri, dai grandi numeri possono derivare dei possibili disagi che però abbiamo cercato di gestire al meglio.

Certo è che questo evento porta una ricaduta su tutto il tessuto commerciale e sull’immagine di Albenga stessa.

Ringrazio infine anche tutte le attività che hanno aderito rendendo possibile, grazie al loro contributo, un evento di questa portata”.

Vicesindaco Alberto Passino: “Voglio ringraziare tutti coloro che hanno partecipato attivamente al Centro Operativo Comunale, i responsabili della sicurezza, i volontari del gruppo di protezione civile di Albenga Alassio e Villanova, tutti i dipendenti comunali che a vario titolo hanno collaborato alle diverse attività legate all’evento, dalla logistica, alle porte, agli atti amministrativi. Tra le associazioni d’arma di Albenga si ringraziano gli Alpini, Carabinieri, Aeronautica,  Paracadutisti, Marinai d’Italia, che insieme ai City Angel e Gadit hanno collaborato alla gestione della safety in applicazione al piano sicurezza. Un Grazie agli agenti di polizia municipale e i carabinieri, che con la security privata incaricata dal Comune, hanno seguito altri aspetti importanti affinché l’evento potesse svolgersi in sicurezza. Per un totale di personale, tra volontario e in servizio, che supera le 100 unità e che senza il quale non si potrebbe svolgere l’evento Palio”.

 

Informazioni sull'autore del post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *