Attualità Genova Politica

Genova, gratuità servizio AMT. L’assessore comunale Campora: “Percorso complesso partito da una serie di misure posti COVID”

«La gratuità del servizio Amt è un percorso complesso che parte da una serie di misure messe in atto nel periodo post covid per incrementare i passeggeri, attraverso la gratuità nelle fasce morbide per la metropolitana e h 24 per gli impianti verticali» ha spiegato l’assessore Matteo Campora in risposta all’interrogazione presentata dal consigliere del PD Alberto Pandolfo, che ha chiesto delucidazioni sul tema. 

«Questa iniziativa, seguita poi da molti altri Comuni, ha aperto una strada che punta a un servizio gratuito, previa individuazione di finanziamenti che vadano a compensare i circa 70 milioni derivanti dalla bigliettazione, perché i costi della gratuità non devono ricadere su Amt. Il progetto prosegue con le stesse modalità nel 2023 e sarà esteso all’area della Città metropolitana. Dai risultati della sperimentazione emergono un incremento del 35% sugli impianti verticali e sulla metropolitana e un maggior utilizzo del mezzo pubblico anche in orari non coperti dalla gratuità. Oggi – ha concluso Campora – stiamo lavorando su varie ipotesi di fonti di finanziamento per questa iniziativa, per esempio ai caselli autostradali. Sarà necessario ancora un anno e mezzo per individuare gli step successivi attraverso i quali si potrà arrivare alla gratuità totale, con l’obiettivo di incrementare l’uso del mezzo pubblico e diminuire quello dell’auto per contrastare l’inquinamento atmosferico». 

Informazioni sull'autore del post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *