Cronaca Politica

Savona, controlli della Polizia: 27enne arrestato con l’accusa di rapina: chiedeva l’ora per rubare cellulari

Nell’ambitodei servizi di prevenzione e repressione finalizzati al contrasto dei reati predatori e allo spaccio di stupefacenti, voluti dal Questore di Savona e potenziati in questo periodo di festività nataliziespecie  nelle zone sensibili della città, ieri pomeriggio, aSavona, i poliziotti della Squadra Mobile della Questura, hanno rintracciato e sottoposto a fermo di indiziato di delittoun cittadino straniero di 27 anni, pregiudicato, con l’accusa di rapina e furto con strappo.

Inoltre,nel corso della medesima operazione,hanno arrestato un ventenne con l’accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

Il ventisettenne è stato individuato quale autore di due episodi di rapina e di uno scippo commessi a Savona il 21 dicembre scorso nella zona tra via Paleocapa e piazza del Popolo.La misura è scattata a seguito delle serrate indagini avviatesubito dopo le denunce delle vittime e, dopo nemmeno una settimana, i poliziotti della Squadra Mobile, nel corso di uno specifico servizio, sono riusciti ad arrivare al ventisettenne.

I tre episodi, distinti, risalgono appunto al 21 dicembre scorso: con il pretesto di chiedere l’ora l’uomo si era impossessato di due telefoni cellulari strappandoli con violenza dalle mani delle vittime e, con il medesimo pretesto e le medesime modalità, si era impossessato anche di un portafoglio che poi ha lasciato cadere mentre fuggiva. Fatti che le vittime hanno subito segnalato permettendo l’avvio di indagini immediate.

Sono stati quindi pianificati dei servizi di osservazione nella zona di Piazza del Popolo e, anche grazie alle dettagliate descrizioni pervenute non solo dalle vittime ma anche da alcuni testimoni, i poliziotti hanno individuato l’uomo mentre si intratteneva a parlare con altre due persone, lo hanno bloccato e sottoposto a fermo di indiziato di delitto.Sussistendo il pericolo di fuga, dopo le incombenze di rito, è stato associato presso la Casa Circondariale di Genova Marassi a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

Nel corso della medesima operazione sono state quindi fermate e sottoposte a controllo anche le altre due persone che si intrattenevano con il fermato. Uno dei due, un ventenne con precedenti, è stato trovato in possesso di diverse dosi di hashish, già confezionate e pronte per essere spacciate e di 190 euro in contanti, mentre, nella sua abitazione, sono stati rinvenuti un bilancino elettronico e altro materiale utile al confezionamento. L’uomo quindi è stato tratto in arresto. L’altro, un cittadino straniero di 35 anni, è stato denunciato in stato di libertà in quanto è risultato non aver ottemperato all’Ordine del Questore di lasciare il territorio nazionale.

Si evidenzia che i provvedimenti adottati in questa fase non implicano la responsabilità dell’indagato sino al definitivo accertamento di colpevolezza che avverrà con sentenza irrevocabile.

 

 

Informazioni sull'autore del post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *