Alassio Attualità

Giornata contro la violenza di genere, Alassio organizza un concerto, un concorso e un video

In occasione della “Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne”, prevista per il 25 novembre prossimo,  il Comune di Alassio con gli assessorati alle Politiche Sociali e alle Pari opportunità, in collaborazione con le associazioni “Donne Giuriste d’Italia” sezione di Savona e “Fidapa – Distretto Nord Ovest – sez. di Alassio” ha  organizzato il concorso “Dico no alla violenza contro le donne” rivolto agli studenti e alle studentesse del terzo anno della scuola secondaria di primo grado e del biennio del liceo scientifico e delle scienze umane, dedicato a questo delicato ed importante tema sociale.

Ragazzi e ragazze hanno realizzato elaborati sulla base del proprio sentire personale e a seguito dell’incontro che l’Assessorato alle Politiche Sociali e l’Assessorato alle Pari Opportunità hanno organizzato il 10 novembre scorso presso l’Auditorium dell’Istituto Salesiano di Alassio, in cui è intervenuta la dott.ssa Fiorenza Giorgi, Presidente vicario sezione penale del Tribunale di Savona che è da sempre impegnata a combattere e ostacolare ogni tipo di violenza e a tutelare le donne e i minori vittime di reato. Con lei il Dirigente del Commissariato di Alassio, dottor Andrea Frumento, e il Comandante della Compagnia dei Carabinieri di Alassio, Cap. Alberto Nardone.

“La finalità del concorso – spiegano Franca Giannotta e Patrizia Mordente, rispettivamente Assessori alle Politiche Sociali e alle Pari Opportunità – è principalmente quella di prevenire la violenza contro le donne, partendo dalla scuola, attraverso la sensibilizzazione di studenti e studentesse a respingere, contrastare e denunciare comportamenti di violenza sulle donne o qualsiasi forma di discriminazione di genere. La violenza sulle donne è un dramma che condiziona tutti gli aspetti della vita sociale e rappresenta una delle forme più evidenti di diseguaglianza. Proprio perché si tratta di un problema strutturale, è necessario che l’azione di prevenzione di questo fenomeno parta dalle scuole, dove i ragazzi e le ragazze possono apprendere valori quali il rispetto, l’etica e la legalità. All’interno di questo contesto è possibile educaresensibilizzare e informare su un tema così attuale e così importante che riguarda tutti, nessuno escluso”.

La Commissione selezionerà i lavori ritenuti di maggior interesse, tenendo conto,  della pertinenza nella rappresentazione della tematica; della creatività e originalità di espressione; del superamento degli stereotipi e dell’impegno, della fantasia e delle qualità formali.

Per ciascuna classe partecipante saranno selezionati dall’istituto scolastico proponente tre elaborati. L’Istituzione scolastica la cui classe/studenti risulteranno primi classificati per ciascuna tipologia di scuola (per un totale di tre elaborati) riceverà per la partecipazione un attestato ed un premio economico pari a 250,00 euro da utilizzare da parte dei docenti per materiale scolastico.

A tutti gli elaborati premiati verrà data piena visibilità sul sito web del comune.

“Per dare il tempo necessario alla commissione di verificare tutti gli elaborati – aggiungono dal Comune di Alassio – abbiamo spostato la premiazione, inizialmente prevista per la “Giornata Internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne”, il 25 novembre, a lunedì 5 dicembre, alle ore 11,30 presso la Sala Consigliare del Comune di Alassio

“Il ringraziamento doveroso – aggiungono Giannotta e Mordente – è al direttore didattico delle Ollandini, Sabina Poggio e alla coordinatrice dell’Istituto Salesiano, Erika Trinchero, per aver subito aderito all’iniziativa coinvolgendo i propri studenti e il corpo docenti “.

Per quanto riguarda il Comune di Alassio, le iniziative però non si fermano qui: oltre al concorso, a illuminare di arancio la facciata del Palazzo Comunale dal 25 novembre al 5 dicembre, si sta mettendo a punto un’altra iniziativa.

“Abbiamo affidato alla creatività di Doroti Polito la realizzazione di un video – spiegano ancora Mordente e Giannotta – ispirato al linguaggio dei segni, o meglio ad un segnale universalmente riconosciuto come richiesta d’aiuto. E’ un gesto semplice: una mano aperta che prima chiude il pollice e poi su di esso il resto della mano. Un gesto semplice, dicevamo, ma che forse non tutti conoscono ancora e così abbiamo chiesto la collaborazione delle donne dell’Amministrazione Comunale, le stesse dipendenti del Comune di Alassio per prendere parte a questa iniziativa. Crediamo che il video di Doroti Polito sia di grande impatto e, senza mostrare immagini crude, abbia saputo rendere appieno l’importanza del gesto del problema. Non speravamo di meglio. E dal 25 novembre questo video sarà pubblicato sui social del Comune di Alassio, nella speranza che venga condiviso, visto e rivisto. Sulla rete vi sono già notizie di donne che si sono salvate grazie a questo gesto. Vogliamo dare anche noi il nostro contributo alla diffusione di questa silenziosa richiesta di aiuto“.

In occasione della Giornata Internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne, con il patrocinio del Comune di Alassio, studenti e docenti del Liceo Musicale Giordano Bruno di Albenga realizzano anche un concerto-evento dal titolo “Rosso Fuoco“.

Venerdì 25 novembre alle ore 18.00, presso la Chiesa Anglicana di Alassio, saranno eseguite musiche di Adele – Andrew Lloyd Webber – George Bizet – Hanghel Gualdi – Astor Piazzolla – Carl Orff.

​“Come scuola – sottolinea la dirigente Simonetta Barile – abbiamo fortemente voluto questa manifestazione per sensibilizzare i ragazzi, affinché sia mantenuta alta l’attenzione sulle violenze che le donne sono costrette a subire in ambiente lavorativo e domestico. Attraverso la bellezza propria del linguaggio della musica, il Liceo si propone di coltivare, e sostenere una cultura che abbia a cuore la difesa e la promozione di diritti spesso calpestati dall’ignoranza e dal pregiudizio”.

Informazioni sull'autore del post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *