Politica Savona

Approvato all’unanimità dal Consiglio Regionale l’Odg per la ripresa di Funivie Spa, Bozzano (Cambiamo!):”Molto soddisfatto”

“Sono molto soddisfatto per il risultato della votazione sull’Ordine del Giorno ad oggetto “Azioni e opere per il ripristino della funzionalità impiantistica di Funivie Spa”. Dopo l’intervento di presentazione, ho ritirato l’atto che mi vedeva come primo firmatario, sottoscritto da tutto il gruppo Cambiamo!, per vergarlo in accordo con gli altri gruppi consiliari, così da presentare un Odg condiviso da tutta l’aula che è quindi stato votato all’unanimità”. Sono le parole di Alessandro Bozzano, consigliere regionale di “Cambiamo”!.

“In consiglio abbiamo quindi approvato una pratica davvero importante, non solo per la provincia di Savona ma per tutta la nostra Regione, che punta a far riprendere prima possibile l’attività delle Funivie di Savona, un’azienda che occupa 75 dipendenti e che è inserita in un indotto di ben 650 lavoratori legati alla movimentazione del fossile.

Le Funivie di Savona, costruite a inizio secolo, ancora oggi sono considerate un’opera ingegneristica di primaria importanza per il supporto industriale della zona. Attualmente l’impianto è fermo, a causa di un franamento risalente al 2019 che ha reso parzialmente inservibile la linea. Lo stoccaggio del carbone e delle rinfuse dirette ad aziende di Cairo Montenotte, in parte destinate alla Italiana Coke (attualmente in procedura straordinaria) e ad altri clienti, viene quindi completata attraverso mezzi pesanti lungo la statale di Cadibona e in parte sulla rete autostradale, con una movimentazione che ammonta a circa 250 camion al giorno. Ciò provoca un grave appesantimento della viabilità della provincia di Savona, con conseguenti e ipotizzabili ulteriori disagi su una rete già problematica. Questa condizione di fermo dell’impianto di Funivie, inoltre, determina inevitabilmente l’obsolescenza della tecnologia impiegata, unitamente all’aumento del costo del prodotto finito destinato alla commercializzazione, con un arretramento sotto il profilo industriale della Valbormida.

Ho quindi depositato e discusso oggi in aula un Odg., sottoscritto da tutto il gruppo di Cambiamo!, con il quale si chiede al presidente Giovani Toti e alla Giunta di sollecitare il Mims (Ministero delle infrastrutture e della mobilità sostenibile), proprietario dell’intero compendio, per procedere in tempi brevi alla nomina del Commissario di Funivie e quindi provvedere al ripristino della funzionalità impiantistica, con i denari già stanziati dal Decreto Cura Italia. Chiedendo anche di procedere con la proroga della cassa integrazione ai lavoratori, fino alla data della rimessa in pristino degli impianti.

Tale Ordine del Giorno, dopo essere stato sommato ad altri due atti inerenti lo stesso argomento, uno presentato dal gruppo Lega e l’altro dal Pd, ha ottenuto l’approvazione all’unanimità”, ha concluso

Informazioni sull'autore del post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *