Attualità Urbe

Urbe, il sindaco scrive alla Provincia di Savona: “Evidenzio l’estrema criticità riguardante il fondo stradale delle provinciali situate sul nostro territorio e nel comune di Sassello”

“Ancora volta devo evidenziare l’estrema criticità riguardante il fondo stradale delle provinciali situate sul nostro territorio e nel contiguo comune di Sassello, funzionali al collegamento da e per Urbe. Come più volte sottolineato, plaudo agli interventi di manutenzione straordinaria effettuati dalla provincia nel 2020 e nell’anno in corso, nell’ambito del ripristino dei danni causati dall’alluvione del novembre 2019, finanziati con fondi statali, tra cui finalmente anche il rifacimento dell’attraversamento, sulla Sp 49 al km. 13+700 in località Montà, tante volte sollecitato”. Sono le parole del Sindaco di Urbe, Antoci, che ha scritto alla Provincia di Savona per sollecitare interventi di manutenzione alle strade del comune dell’entroterra.

“A questo proposito però, attendiamo ancora la conclusione dei lavori di ripristino della Sp 53, già protrattisi troppo a lungo anche in considerazione dell’assoluta insufficienza del bypass comunale, del quale mi è stato assicurato la conclusione entro giugno”.

“Tuttavia, mi preme segnalare nuovamente la situazione del manto stradale di tutte le arterie gestite dall’ente provinciale: Sp 49, in particolare nella zona di Prato Vallarino nel comune di Sassello, e dall’abitato della frazione Olba San Pietro fino al confine con la provincia di Genova, all’interno del comune di Urbe. La Sp 53 Martina-Acquabianca-Ferriere, tutto il percorso, ad esclusione dei tratti asfaltati nel 2018; Sp 40 Urbe- Passo del Faiallo, tutto il percorso, se sì eccettua il breve tratto iniziale; Sp 31 Urbe- Piampaludo-La Carta, in particolare da Urbe fino all’inizio dell’abitato della frazione Piampaludo, nei comuni di Urbe e Sassello”.

“La completa mancanza di interventi nel corso del 2020, le forti nevicate dell’inverno appena concluso, con l’intenso intervento dei mezzi sgombraneve, hanno ulteriormente aggravato lo stato già completamente compromesso delle asfaltature e del fondo. Il degrado è ormai così avanzato che un’eventuale attività di asfaltatura a pezze a caldo, o peggio a freddo, come di norma effettuate fino al 2019, non potrebbe risolvere tale situazione”.

“Come amministrazione comunale, auspichiamo vengano reperite le risorse necessarie per un piano straordinario di manutenzione, da realizzarsi al più presto e comunque prima della stagione estiva, al fine di garantire le condizioni di sicurezza per il traffico pedonale e veicolare”, ha concluso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *