104 News

Autostrade,Rixi (Lega):”Vorrei sapere in che cassetto è sparita la convenzione sottoscritta a dicembre 2018, tra il ministero delle Infrastrutture e il Cnr”

“A novembre il Cnr avrebbe garantito la realizzazione di un piattaforma con monitoraggio e acquisizione di dati in tempo reale, con tecniche di intelligenza artificiale all’avanguardia”

“Vorrei sapere in che cassetto è sparita la convenzione sottoscritta a dicembre 2018, tra il ministero delle Infrastrutture e il Cnr, il Consiglio nazionale delle ricerche, che era stato individuato dal Mit come soggetto di competenza scientifica a livello mondiale per un piano di monitoraggio dinamico sperimentale su infrastrutture stradali, ponti, viadotti e cavalcavia. In base alla convenzione, sottoscritta dall’allora ministro Toninelli, il Cnr avrebbe potuto provvedere già da luglio di quest’anno all’avvio di attività sperimentali su 10 infrastrutture modello per la formazione di una piattaforma nazionale sperimentale per la sicurezza delle infrastrutture stradali e autostradali in condizioni di criticità”. Lo dichiara il deputato della Lega e responsabile nazionale Infrastrutture Edoardo Rixi.

“A novembre il Cnr avrebbe garantito la realizzazione di un piattaforma con monitoraggio e acquisizione di dati in tempo reale, con tecniche di intelligenza artificiale all’avanguardia. Un piano, con una spesa decisamente limitata per circa 250 mila euro, con cui oggi avremmo una piattaforma scientifica con parametri chiari e linee guida nazionali di intervento per tenere sotto controllo le infrastrutture. Visti i tempi biblici per l’attivazione di Ansfisa,ancora al palo e di cui Genova aspetta l’individuazione di una sede come deciso in sede parlamentare, vorremmo sapere in quale cassetto è finita la convenzione col Cnr”. 

“L’ex ministro Toninelli, oltre a sbandierare la revoca delle concessioni e prendersela con la Lega, farebbe meglio a unirsi nel nostro pressing sull’attuale ministra De Micheli per dare seguito a misure di attuazione immediata che evitino altre tragedie o altre emergenze, che stanno portando al collasso il nostro sistema infrastrutturale e mettendo a rischio la sicurezza pubblica. Basta chiacchiere: non si può perdere più un minuto e partire con un piano serio di monitoraggio e messa in sicurezza di centinaia di ponti e viadotti del Paese” conclude il deputato della Lega e responsabile nazionale Infrastrutture Edoardo Rixi.

Condividi ora

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi