Attualità Savona

“Servizio di Prevenzione e Protezione, sicurezza sul lavoro e reati ambientali”, se ne parla a Savona

In un convegno di tutta la giornata

“Servizio di Prevenzione e Protezione, sicurezza sul lavoro e reati ambientali”: è il tema del convegno organizzato dall’Unione Industriali di Savona e che occuperà l’intera giornata di lunedì prossimo. Argomenti che causano più di un problema all’attività d’impresa. Con l’inserimento nell’ordinamento della responsabilità degli enti per i reati nel campo della sicurezza e dell’ambiente commessi dai propri dirigenti, le aziende, per evitare sanzioni rilevanti, sono chiamate a rimodulare la loro struttura organizzativa. Il decreto 231 del 2001, infatti, prevede la possibilità che la persona giuridica sia esente da responsabilità e dunque non sanzionabile quando si sia in precedenza dotata di un modello organizzativo “attuale ed efficace nella prevenzione degli illeciti” ed abbia dato costituito, nella sua struttura organizzativa, un organismo ad hoc di vigilanza.

Le domande che più spesso formulano l’imprenditore e quanti con lo stesso collaborano nella compliance aziendale è: ma cosa significa redigere un modello organizzativo attuale ed efficace? Il giudice come valuterà il modello organizzativo della mia azienda? In caso di reati commessi da un soggetto apicale in relazione al quale la mia azienda abbia inconsapevolmente ricevuto vantaggi diretti o indiretti, le precauzioni e le procedure che ho adottato possono comunque essere considerate adeguate e sufficienti ad assumere un valore esimente l’azienda da ogni responsabilità?

Temi che saranno approfonditi dai relatori, nella prima parte dell’incontro (9-13), mentre nel pomeriggio (14-18) sarà affrontata l’evoluzione della giurisprudenza per interpretare con più certezza, attraverso l’esame dei più recenti orientamenti, le normative di settore. L’ultima parte del convegno sarà dedicata alle procedure di difesa dagli accertamenti delle violazioni contravvenzionali e non in materia di ambiente e di sicurezza e alle diverse conseguenze sull’azione penale e sulla sua conclusione.

Il convegno riconosce crediti formativi per l’aggiornamento dei responsabili dei servizi aziendali, per gli ingegneri, architetti e avvocati. Relatori del convegno, nella sede di via Gramsci 10 dell’Unione Industriali, saranno il direttore dell’Unione Industriali di Savona Alessandro Berta, l’ingegnere Massimo Pacini dello  Studio Ferrari e Pacini di Savona, l’avvocato Roberta Recchi (consulente in materia ambientale dell’Unione Industriali di Savona e di Confindustria Genova),  il magistrato Ciro Santoriello della Procura di Torino (componente dei gruppi di lavoro Diritto Penale dell’Economia e Tutela del consumatore ed infortuni sul lavoro), l’avvocato Giuseppe Sciacchitano dello Studio Sciacchitano e Andrei in Genova.

Informazioni sull'autore del post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *