In Primo Piano Savona Sport

Il Savona finisce……dietro la Lavagna

Lavagna. Non succederà, il salto in Lega Pro evapora. La Lavagnese calpesta il Savona e le sue velleità di gloria e onore. Per gli striscioni, il sogno si trasforma in miraggio. Inafferrabile. I bianconeri allenati dall’ex Vado Luca Tabbiani meritano la cinquina. Intensità, velocità e vigore sono qualità a cui il Savona di oggi non è riuscito ad adeguarsi. L’assetto con soli tre difensori a fronteggiare la velocità ed il sacro fuoco dell’agonismo dell’attacco lavagnese, il black out di Ferrando, unito alla domenica “out” di Murano e a qualche episodio sfrortunato mandano alla deriva una squadra che si è comunque battuta con la consueta generosità e grinta ma evidenziando un’inferiorità abbastanza netta rispetto all’avversario.
La sconfitta cambia inevitabilmente le prospettive di classifica della squadra, adesso terza e con un solo punto di vantaggio sulla Lavagnese sempre al quarto posto. Non sono certo un alibi le tante assenze a cui il Savona ha dovuto far fronte anche perchè Miraglia si sta confermando portiere di sicura affidabilità ed elevato rendimento (non traggano in inganno le cinque reti subite oggi) mentre le assenze di Damiani e Monticone oggettivamente non hanno tolto qualità alla squadra.
La Lavagnese si schiera con un modulo 4-3-1-2 mentre il Savona, come detto, “rischia” i tre difensori aumentando la copertura a centrocampo e affidando l’attacco alla coppia Murano-Boggian. La partita si gioca subito su ritmi alti. Parte meglio il Savona ma la Lavagnese passa per prima ed in modo rocambolesco perchè l’infinita serie di rimpalli in area finiscono per premiare il piazzamento di Croci che nel cuore dell’area di porta savonese calcia centralmente superando Miraglia. I bianconeri cercano di cavalcare l’onda e tre minuti dopo su calcio d’angolo il colpo di testa di Vittiglio viene salvato sulla linea da Mariotti. Al 17′ su una ripartenza della Lavagnese la difesa biancoblu si ferma sull’affondo di Croci pensando ad un fuorigioco dell’attaccante di casa che supera Miraglia in uscita ed insacca a porta vuota il raddoppio. Si gioca a tutto campo. La mazzata affonda il Savona ma su un calcio da fermo battuto da Ruggiero la palla supera Bellussi e si infila sull’angolo opposto: è una gran bel goal. Vale il 2-1 ed una robusta boccata di ossigeno per la squadra che torna in partita a sorpresa. Ma è un fuoco di paglia. Già al 20′ infatti, Miraglia è costretto ad intervenire in modo determinante su una conclusione di Guarco ispirato dalla sponda di Tognoni in piena area di rigore. Al 25′ si ripete in fotocopia l’azione del goal del raddoppio lavagnese. Ancora Croci scatta sul filo del fuorigioco puntando Miraglia che esce a corpo morto sull’attaccante chiudendo lo specchio della porta ed evitando il 3-1. Il Savona ha un guizzo che lo porta vicino al pareggio al 32′ quando su azione scaturita da corner, Ferrando va in elevazione stacca di testa mandando il pallone di un soffio fuori. Al 39′ l’azione che chiude la partita. Bordo regala il pallone a Croci che fila via sulla destra, arriva sul fondo e centra per Currarino che, smarcato, (difesa savonesa fuori posizione) sigla il tris. Trascorrono due minuti e la Lavagnese dilaga. E’ ancora Croci a dare il “la” all’azione dei suoi. La solita scorribanda sul settore di sua competenza si trasforma in un assist vincente per Tognoni che a porta vuota realizza il goal.

Il secondo tempo ha ritmi di gioco meno frenetici. La Lavagnese ovviamente non forza, il Savona ha difficoltà a produrre giocate. Ma sono i padroni di casa a marcare ancora il tabellino al 67′ con Bacigalupo per il 5-1. Il Savona nell’ultima parte di gara approfitta degli spazi e della pausa che si concedono i bianconeri e va a segno due volte con De Martini, di testa al 74′ e Glarey all’87’ che raccoglie una respinta di Bellussi su tiro ben calibrato di Murano. Ma a quel punto la partita era già virtualmente finita.
IL TABELLINO DELLA PARTITA
Lavagnese-Savona 5-3
Reti: 11′, 17′ Croci (L); 18′ Ruggiero (S); 39′ Currarino (L); 40′ Tognoni (L); 67′ Bacigalupo (L); 74′ De Martini (S); 87′ Glarey (S)
LAVAGNESE: Bellussi, Labate, Guarco, Avellino, Fonjock, Vittiglio, Tognoni, Bacigalupo, Croci, Currarino, Cirrincione.
A disposizione: Nassano, Gallio, Guida, Carta, Sanguineti, Cafferata, Di Pietro, Ghiglia, Chiapperini.
Allenatore: Luca Tabbiani
SAVONA: Miraglia, Glarey, Pasqualini, Fenati, Ferrando, Mariotti, Ruggiero, Gallo, Murano, Boggian, Bordo.
A disposizione: Sadiku, Pare, Di Simone, Amabile, Revello, Ciminelli, Nappello, Lumbombo, De Martini.
Allenatore: Sandro Siciliano
Arbitro: Cassella (Bra-CN)
 

Informazioni sull'autore del post