Economia

Deposito Eni Vado. Sospeso lo stato di agitazione

Vado Ligure. Sospeso lo stato di agitazione da parte dei lavoratori del deposito carburanti Eni ex Petrolig di Vado Ligure. La decisione è arrivata dopo un incontro che i sindacati hanno avuto ieri mattina con i vertici aziendali e dopo l’impegno assunto da questi a lavorare per garanzie occupazionali e sulla pianta organica.
Spiega il segretario regionale Uiltec: “L’impegno positivo da parte di Eni rispetto alle nostre richieste c’è stato, quantomeno è stato tracciato un percorso in vista del passaggio di gestione alla olandese Alkion che avverrà entro l’inizio dell’estate tra giugno e luglio”.
Prosegue Pastorino: ” Da una parte abbiamo chiesto che l’organico che sarà trasferito ad Alkion sia di 23 persone, 20 più altre tre che precedentemente si era convenuto di assumere al posto di altrettante andate in pensione, dall’altra abbiamo chiesto garanzie su adeguamenti salariali e prospettive di futuro nel nuovo assetto del deposito quando arriveranno gli olandesi”. A questo punto entro fine marzo ci sarà una assemblea dei lavoratori mentre ad aprile è previsto un nuovo incontro con i vertici cui dovrebbe partecipare anche il nuovo soggetto Alkion.

Informazioni sull'autore del post