Economia Millesimo

La Demont di Millesimo si occupa dello smantellamento della centrale nucleare di Latina

Millesimo. La Demont ha completato la costruzione ed i test in officina relativi alla fornitura dell’impianto modularizzato per l’aspirazione dei fanghi ed il recupero parti attivate della vasca combustibile della Centrale Nucleare di Latina. L’impianto è stato progettato e costruito dall’azienda di Millesimo per essere utilizzato dalla Sogin Spa, la società pubblica incaricata delle operazioni di decommissioning (smantellamento e bonifica) della centrale elettronucleare realizzata negli anni Sessanta lungo la costa laziale.
La centrale, costituita da un solo reattore della potenza di 200 megawatt, era entrata in funzione nel 1963 e continuò a produrre energia sino al 1987, quando il referendum chiuse la stagione del nucleare in Italia. Dopo la demolizione del pontile, si sono conclusi anche i lavori di smantellamento dell’edificio turbine della centrale, una struttura in cemento armato lunga quasi 130 metri, larga 35 e alta 24, per un volume complessivo di 120 mila metri cubi.
Per la centrale, i piani prevedono la conclusione della prima fase del decommissioning intorno al 2025, con lo smantellamento delle infrastrutture e l’abbassamento dell’edificio reattore dagli attuali 50 metri a 30. Raggiunta questa prima fase, i rifiuti radioattivi, già condizionati e stoccati nei depositi temporanei del sito, saranno pronti per essere trasferiti al Deposito Nazionale (da individuare). La seconda e ultima fase del decommissioning riguarda lo smantellamento del reattore della centrale, che produrrà, fra l’altro, circa 2 mila tonnellate di rifiuti radioattivi ad alta attività (grafite).

Informazioni sull'autore del post