Politica

Mattia Fiorini di "Progetto Spotorno" sulla questione della Maremma

Spotorno. Il candidato sindaco di “Progetto Spotorno” Mattia Fiorini interviene sul progetto di trasformazione della Maremma
“Il progetto ha sempre previsto e tuttora prevede l’edificazione di circa 15.000 metri cubi. Tale volumetria fu proposta nel 2003 all’amministrazione Zunino e definitivamente approvata nel 2005 dall’amministrazione Marengo ed infine inserita nel nuovo PUC nel 2015 dall’amministrazione Calvi”
“Non sono mai stati contestati da parte delle amministrazioni susseguitesi, in oltre 10 anni i quasi 15.000 metri cubi di costruzione previsti dal progetto. In particolare l’amministrazione Marengo di cui Calvi era vicesindaco e Riccobene era assessore all’urbanistica, approvarono nel giugno 2005 il piano particolareggiato che quella volumetria prevedeva, rendendo i 15.000 metri cubi un diritto del proponente”
Prosegue con determinazione: “Il nostro territorio è economicamente e visivamente violentato dai cantieri di opere incompiute In coerenza con tutti gli atti precedentemente compiuti, ed alle propositive riunioni con i cittadini della maremma, ho invitato più volte il sindaco a dare risposta in tempi congrui a chi ancora, dopo tanti anni, voleva investire a Spotorno per creare una struttura alberghiero-residenziale, costruendo anche opere pubbliche per migliorare l’immagine e la vivibilità dell’ingresso di levante del paese”
C.S.

Informazioni sull'autore del post