Attualità Genova

Scuola e sicurezza, presto “A Scuola sicuri”, il progetto del Comune di Genova alla ricerca di tutor d’area per presidiare gli ingressi e le uscite delle scuole

È stato attivato oggi, con scadenza al 25 giugno, il bando di manifestazione di interesse “A scuola sicuri – anno scolastico 2024/2025” che è rivolto agli Enti del terzo settore e alle associazioni legate agli istituti comprensivi genovesi. Scopo del bando, quello di reclutare “tutor d’area”, ovvero volontari tra i 18 e gli 85 anni residenti nel Comune di genova, che presteranno la loro attività presidiando le entrate e le uscite in prossimità delle scuole allo scopo di tutelare gli attraversamenti e i transiti di studenti, famiglie e di accompagnatori.
I “tutor “d’area”, infatti, dovranno: offrire la loro presenza in qualità di figure di riferimento nei pressi degli edifici scolastici in concomitanza con l’inizio ed il termine delle lezioni; presidiare gli spazi limitrofi agli edifici scolastici; svolgere compiti di prevenzione, osservazione, segnalazione e deterrenza; favorire relazioni sociali nell’ambito della comunità locale; migliorare il rapporto di fiducia tra cittadini e Civica Amministrazione. Non avranno la funzione di pubblico ufficiale, ma favoriranno gli attraversamenti in sicurezza
Per loro è previsto un impegno di trenta minuti all’entrata, al mattino, e trenta minuti all’uscita, dal lunedì al venerdì.
Gli enti del terzo settore e le associazioni a cui appartengono i volontari partecipano attivamente alla preselezione, proponendo candidati all’ufficio preposto della Protezione Civile che ne gestirà le attività e manterranno i rapporti segnalando assenze, sostituzioni, disguidi od osservazioni di tutor stessi, rendicontando mensilmente le presenze dei volontari.
Gli enti del terzo settore e le associazioni percepiranno dall’amministrazione un contributo spese a favore dei volontari. Le scuole interessate dal bando sono 273 (prevalentemente scuole statali d’infanzia, primarie e secondarie di primo grado).

I tutor attualmente sono 28 e coprono 40 scuole (alcuni, ampliando volontariamente i 30 minuti in ingresso e in uscita, coprono nello stesso istituto infanzia e primaria o primaria e secondaria di primo grado, o addirittura 3 scuole).

La maggioranza sono uomini (22 uomini e 6 donne) prevalentemente sopra i 50 anni, la maggior parte tra i 60 e i 75 anni.

La zona attualmente più presidiata è la Valpolcevera.

Informazioni sull'autore del post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *