Cronaca In Primo Piano La Spezia e provincia

La Spezia, la Guardia di Finanza ha festeggiato il 249° anniversario della fondazione: il bilancio dell’ultimo anno di attività

Le Fiamme Gialle spezzine, nella mattinata odierna, hanno celebrato presso la Caserma T. Santini della Spezia il
249° Anniversario della fondazione della Guardia di Finanza.
Alla cerimonia hanno partecipato il Prefetto della Spezia, il Vescovo di La Spezia, Sarzana e Brugnato, il
Sindaco del Comune della Spezia e tutte le più alte Autorità civili e militari della Provincia, nonché i
Comandanti dei Reparti del Corpo della provincia ed una rappresentanza del personale dipendente e della locale
Sezione ANFI.

BILANCIO OPERATIVO DAL 1° GENNAIO 2022 AL 31 MAGGIO 2023
GDF: IMPEGNO “A TUTTO CAMPO” CONTRO LA CRIMINALITÀ A TUTELA DI CITTADINI E
IMPRESE
In occasione della ricorrenza del 249° anniversario della fondazione del Corpo della Guardia di Finanza, il
Comando Provinciale della Spezia fornisce il consueto bilancio dell’attività di servizio, con riferimento a quella
espletata nel 2022 e nei primi 5 mesi del 2023.
Le Fiamme Gialle spezzine hanno eseguito nel periodo 6.971 interventi ispettivi e 395 indagini, per contrastare
gli illeciti economico-finanziari e le infiltrazioni della criminalità nell’economia: un impegno “a tutto campo” a
tutela di famiglie e imprese, destinato ad intensificarsi ulteriormente per garantire la corretta destinazione delle
risorse del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza.

CONTRASTO DELLE FRODI SUI CREDITI D’IMPOSTA E DELL’EVASIONE FISCALE
Le attività investigative e di analisi sui crediti d’imposta hanno permesso di accertare frodi per quasi mezzo
milione di euro.
Sono stati individuati 77 evasori totali, ossia esercenti attività d’impresa o di lavoro autonomo completamente
sconosciuti al Fisco, e 102 lavoratori in “nero” o irregolari.

I soggetti denunciati per reati tributari sono 71. Il valore dei beni sequestrati quale profitto dell’evasione e delle
frodi fiscali è di poco meno di 300 mila euro, mentre ammonta a quasi 1 milione di euro il valore complessivo
dei patrimoni proposti per il sequestro all’Autorità Giudiziaria, nel corso del medesimo periodo.
102 gli interventi eseguiti in materia di accise, di cui 73 specificatamente mirati al controllo prezzi, a tutela del
mercato dei carburanti.
Oltre 500 sono invece i controlli doganali sulle merci introdotte sul territorio nazionale in evasione di imposta,
contraffatte o in violazione delle norme sulla sicurezza; le specifiche attività hanno portato alla constatazione di
circa 30.000 euro di tributi evasi, alla denuncia di 10 soggetti nonché al sequestro di oltre 380.000 prodotti di
vario tipo.
Nel settore del gioco illegale sono stati effettuati 28 interventi, verbalizzando 56 soggetti.

TUTELA DELLA SPESA PUBBLICA
L’attività della Guardia di Finanza nel comparto della tutela della spesa pubblica è orientata a vigilare sul
corretto utilizzo delle risorse nazionali e dell’Unione Europea per la realizzazione di interventi a sostegno di
imprese e famiglie.
Le direttive operative impartite per il corrente anno mirano, in particolare, al presidio dei progetti e degli
investimenti finanziati con risorse del PNRR. Ciò anche in ragione del ruolo affidato al Corpo nell’ambito del
sistema di governance del Piano.
Gli interventi svolti nel settore ammontano 182, a cui si aggiungono 46 indagini delegate dalla magistratura
nazionale – penale e contabile – ed europea (EPPO), al cui esito sono stati denunciati all’Autorità Giudiziaria
185 soggetti e segnalati alla Corte dei Conti 36 responsabili, in relazione all’accertamento di danni erariali per
circa 8 milioni di euro.
Le frodi complessivamente scoperte dal Comando Provinciale La Spezia, relative ai finanziamenti nazionali, alla
spesa previdenziale e assistenziale ammontano ad oltre 1.100.000 euro.
In materia di reddito di cittadinanza sono stati eseguiti 74 controlli, tutti selettivamente orientati anche grazie a
mirate analisi di rischio sviluppate dalla Componente speciale, che hanno consentito di accertare contributi
indebitamente richiesti e/o percepiti per circa 590.000 euro, denunciando 59 responsabili.
L’azione del Corpo nel contrasto ai fenomeni corruttivi e ad altri delitti contro la Pubblica Amministrazione è
stata svolta facendo leva sulle peculiari potestà investigative che connotano la polizia economico-finanziaria e
sviluppando indagini strutturate, di natura tecnica, finanziaria e patrimoniale, volte a ricostruire le regie criminali
e il ruolo dei soggetti coinvolti.
In tale comparto, sono state denunciate, complessivamente 10 persone.

CONTRASTO DELLA CRIMINALITÀ ORGANIZZATA ED ECONOMICO-FINANZIARIA
In materia di riciclaggio e auto-riciclaggio sono stati eseguiti 30 interventi, che hanno portato alla denuncia di 21
persone.
Sono state analizzate 180 segnalazioni di operazioni sospette.
Ai confini marittimi, presso il locale porto mercantile, sono stati eseguiti 62 controlli sulla circolazione della
valuta, per movimentazioni transfrontaliere relative a circa 50.000 euro.
In materia di reati fallimentari e del Codice della crisi d’impresa sono stati denunciati 7 soggetti, accertando
l’avvenuta distrazione illecita di beni del valore di 9,7 milioni di euro e proponendo conseguentemente alla
competente Autorità Giudiziaria il sequestro di patrimoni per un ammontare complessivo di circa 8,8 milioni di
euro.
Dal 23 febbraio 2022, in conseguenza della crisi russo-ucraina e della conseguente escalation militare, il Corpo,
quale membro del Comitato di sicurezza finanziaria, ha avviato mirati accertamenti economico-patrimoniali sugli
individui e sulle entità listate nei provvedimenti restrittivi emanati dall’Unione europea.
Ad oggi, su input del Nucleo Speciale di Polizia Valutaria, in provincia è stato eseguito il congelamento di
un’unità immobiliare del valore di oltre 350.000 euro, in disponibilità di un cittadino russo.
In applicazione della normativa antimafia, sono stati sottoposti ad accertamenti patrimoniali 7 soggetti.
Sono stati eseguiti, poi, 377 accertamenti a seguito di richieste pervenute dai Prefetti della Repubblica, riferite a
verifiche funzionali al rilascio della documentazione antimafia.
Nel periodo in esame sono stati sequestrati oltre 415 chilogrammi di sostanze stupefacenti denunciando
all’Autorità Giudiziaria 55 soggetti (di cui 8 in stato di arresto) e segnalandone 132 ai Prefetti; nello specifico,
gran parte della droga sequestrata – 413 chili circa – è costituita da cocaina, mentre il quantitativo residuale è
rappresentato da hashish e marijuana.
Il contrasto ai traffici illeciti, in generale, viene assicurato anche nell’ambito del Servizio “117”, oggetto di
recenti interventi in campo operativo, addestrativo e tecnico-logistico, finalizzati a incrementare la prontezza
operativa e l’efficacia d’intervento delle pattuglie sul territorio e dei mezzi navali, a riscontro delle segnalazioni
del cittadino.
Sul versante della tutela del mercato dei beni e dei servizi, sono stati eseguiti 71 interventi, sviluppate 39 deleghe
dell’Autorità Giudiziaria e denunciati 25 soggetti. A seguito di tali attività sono stati sottoposti a sequestro quasi
800.000 tra prodotti contraffatti, con falsa indicazione del made in Italy e non sicuri.
Sono stati altresì sequestrati 9 quintali di prodotti alimentari – nella fattispecie mitili – recanti indicazioni non
veritiere nonché oggetto di frode commerciale

CONCORSO NEI SERVIZI DI ORDINE E SICUREZZA PUBBLICA
Nel 2022, la Guardia di Finanza della Spezia ha impiegato oltre 100 giornate/uomo in servizi di ordine pubblico
in occasione di manifestazioni, eventi sportivi e altri eventi. Tale impegno sta continuando anche nel 2023, con
un impiego complessivo di oltre 70 giornate/uomo in servizi di ordine pubblico.

Informazioni sull'autore del post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *