In Primo Piano Sport

Ciclismo, oggi è il giorno dello storico “Giro dell’Appennino”

Duecento chilometri3.000 metri di dislivello e ben 6 Gran Premi della Montagna. E’ tutto pronto per il Giro dell’Appennino, organizzato dall’U.S. Pontedecimo, che da 81 edizioni unisce Liguria e Piemonte. La partenza è fissata Pasturana alle 10 con arrivo in centro a Genova nel rettilineo in via XX Settembre intorno alle 15.30. 

Sono presenti 6 squadre Word Tour8 Professional, il team della Nazionale italiana, mentre sono 23 le squadre iscritte. Dopo la partenza a Pasturana i corridori attraverseranno  SerravalleVillalverniaPozzolo Formigaro, Novi Ligure, per poi far ritorno a Pasturana, dov’è posizionato il Traguardo Volante, quindi  Gavi LigureCarrosio e Voltaggio.

Dopo 63 chilometri si entra nella Città Metropolitana di Genova e i corridori attraversano i territori del Parco dell’Antola. Poi, dopo tanti chilometri di battaglia tra Passo della Bocchetta, Passo della Castagnola e Passo dei Giovi, il lungo tratto verso l’arrivo a Genova. Tra le ore 14.30 e le 15.30 circa, i corridori passano per: Borgo Fornari, Busalla, Mignanego, Pontedecimo, BolzanetoCampiCornigliano e Sampierdarena. Si transita sotto il Ponte di Genova San Giorgio (intorno alle 15), in memoria delle vittime del tragico crollo dell’ex Ponte Morandi.Infine l’ultimo strappo, con un vero e proprio omaggio al mare: il Giro dell’Appennino 2020 arriva fino a Boccadasse prima di imboccare gli ultimi chilometri fino alla fine di via XX Settembre.

La prima edizione si disputò nel 1934 e la corsa si è da allora svolta ogni anno senza interruzioni, con la sola esclusione del periodo della seconda guerra mondiale (1940-1945). Fino al 1939 era riservata agli individuali e ai dilettanti.[1]

Nel secondo dopoguerra divenne una delle più importanti corse ciclistiche del panorama internazionale per professionisti, ed ebbe tra i vincitori ciclisti come Fausto Coppi, Emile Daems, Franco Balmamion, Michele Dancelli, Gianni Motta, Felice Gimondi, Gösta Pettersson, Giovanni Battaglin, Francesco Moser e Gianbattista Baronchelli, che detiene il record di vittorie (6, tutte consecutive). A partire dagli anni 1980 la corsa si è ridimensionata, sia come chilometraggio (gradualmente, da oltre 250 a meno di 200 km) sia come partecipazione.

Differita su Raisport alle 23 sabato sera

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *