Finale,la giunta delibera le misure di sostegno alle attività produttive

Prorogati altresì i pagamenti degli ormeggi al 30 aprile (pur se ulteriormente prorogabili), e per quanto riguarda le occupazioni dei cantieri in corso saranno prorogate senza aggiunta di ulteriori costi a carico del richiedente

Oggi la giunta Finalese ha concretizzato quanto concordato gli scorsi giorni con minoranza ed attività produttive.

Prorogate la COSAP (occupazioni suolo pubblico) al 30 settembre, la TARI per le utenze domestiche con 3 nuove scadenze (30 settembre, 31 ottobre e 5 dicembre) e per le utenze non domestiche, con pagamento in 12 rate mensili a partire dal prossimo 5 dicembre, in modo che sostanzialmente sia rinviata al 2021, mentre con la TARI 2021 ci saranno scadenze in linea di massima inserite alla fine 2021 ed inizio 2022 (valutate nell’anno 2021).

Prorogati altresì i pagamenti degli ormeggi al 30 aprile (pur se ulteriormente prorogabili), e per quanto riguarda le occupazioni dei cantieri in corso saranno prorogate senza aggiunta di ulteriori costi a carico del richiedente.

Per ora abbiamo messo nero su bianco le azioni di proroga – comunica il sindaco Frascherelli –. In accordo con le attività e la minoranza abbiamo avviato le analisi economiche che riguardano il nostro tessuto cittadino e dato un primo segnale di attenzione e sostegno a tutte le realtà della nostra Finale Ligure“.

L’assessore al bilancio Delia Venerucci specifica: “Gli uffici comunali stanno facendo i conti per fornirci tutti i dati e le informazioni necessarie affinché si possa ragionare su risorse economiche concrete da poter immettere nel tessuto economico cittadino. Nelle prossime settimane avremo tali dati ed organizzeremo altre riunioni con i rappresentanti delle attività e le minoranze, per discutere insieme di agevolazioni e riduzioni“.

Il rinvio della TARI delle attività produttive al 2021 è un’operazione coraggiosa da parte del Comune di Finale Ligure, significa un anticipo di circa 2 milioni di euro, perché di certo il servizio raccolta rifiuti non può essere sospeso.

E’ solo un inizio, ci rendiamo conto non sia sufficiente ma vogliamo subito dimostrare di comprendere le difficoltà del momento per tutti i nostri cittadini. Il Comune c’è. Faremo di tutto e con la massima collaborazione per uscire insieme da questo difficile momento” conclude il primo cittadino.

Condividi ora

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi