Cronaca In Primo Piano

Omicidio di Janira Amato: Alessio Alamia condannato dalla Corte d’Assise d’Appello di Genova all’ergastolo

Aveva ucciso la sua ex fidanzata con 49 coltellate a Pietra Ligure nell’aprile 2017

La Corte d’Assise d’Appello di Genova ha confermato la condanna all’ergastolo per Alessio Alamia, il ragazzo che nell’aprile 2017 uccise con 49 coltellate l’ex fidanzata Janira D’Amato nella sua casa di Pietra Ligure.

Lo scorso 18 gennaio Alessio Alamia era stato condannato all’ergastolo dalla Corte d’Assise di Savona, pena che è stata confermata questo pomeriggio dopo che nella mattinata il procuratore generale, in apertura di processo aveva chiesto la conferma della sentenza di primo grado e la condanna anche per il reato di stalking da cui il giovane era stato assolto. Respinta la richiesta della difesa che aveva chiesto una nuova perizia psichiatrica per il ragazzo e l’audizione di due testimoni e che venisse esclusa la premeditazione con la concessione delle attenuanti generiche. a queste pene si sono aggiunte l’interdizione dai pubblici uffici, la decadenza della responsabilità genitoriale e il pagamento delle spese processuali. 

Alessio Alamia, durante il processo ha anche letto una lettera di scuse alla famiglia di Janira dichiarandosi consapevole di quanto commesso. E’ stata riconosciuta, inoltre, la premeditazione provata dal fatto che su internet il ragazzo aveva cercato parole come “Uccidere persone”, “Come uccidere persona” e poi “Uccisione senza traccia”, e dal fatto che si era recato nell’abitazione della ragazza con un coltello.

Informazioni sull'autore del post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *