Albenga Politica

Albenga, allo studio il progetto relativo all’istituzione di un Ente multiservizi

Vogliamo dimostrare che, gestendo la “cosa pubblica” in un altro modo, si può avere maggiore efficienza, più velocità nei tempi di realizzazione e una programmazione vera di tutti i piani cittadini”

Si è svolto un primo incontro per studiare il progetto relativo all’istituzione di un Ente multiservizi proposto dal Presidente del Consiglio Comunale Diego Distilo.

All’incontro erano presenti, oltre a Distilo, il sindaco Riccardo Tomatis, la dottoressa Nerelli, l’Ing. Lauretti, il dottor Salvatico e il dottor Robiano.

Afferma Diego Distilo: “L’obiettivo è iniziare a studiare questo nuovo soggetto municipalizzato, che sia società multiservizi, azienda municipalizzata o altro ente che verrà ritenuto più adatto al fine di ottenere una manutenzione continua di Albenga e nuove opportunità di lavoro per i cittadini che oggi vivono un momento di difficoltà occupazionale”.

Tale soggetto, inoltre, potrà riorganizzare alcuni assetti di sviluppo turistico della città sempre considerando – ribadisce Distilo – che il fine principale del progetto deve essere quello, da un lato di migliorare le manutenzioni cittadine e dall’altro di offrire una opportunità occupazionale alla quale potranno accedere, nelle modalità stabilite dalla legge, le persone che, a causa della crisi economica, si trovano a vivere un momento di difficoltà e non riescono ad inserirsi o reinserirsi nel mondo del lavoro”.

Le ambizioni di questa nostra iniziativa sono importanti. Vogliamo dimostrare che, gestendo la “cosa pubblica” in un altro modo, si può avere maggiore efficienza, più velocità nei tempi di realizzazione e una programmazione vera di tutti i piani cittadini. Oggi, con il personale che abbiamo, non riusciamo a risolvere le varie problematiche che Albenga ha, ma sono certo che, se lavoriamo insieme e nella stessa direzione, potremo raggiungere i nostri obiettivi ed eventualmente arrivare, un domani, a coinvolgere altre realtà del comprensorio.” conclude Distilo.

Informazioni sull'autore del post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *