Attualità Regione

Angelo Vaccarezza ed il pedaggio gratuito delle ambulanze

Angelo Vaccarezza riguardo il pedaggio gratuito delle ambulanze: “In settimana il Ministero dei Trasporti ha emanato una circolare interpretativa che esenta i mezzi delle Pubbliche Assistenze dal pagamento del pedaggio autostradale.
Il documento del ministero giunge in esito ad un percorso che ha visto il gruppo consiliare di Forza Italia in Regione Liguria impegnato sin dal dicembre 2016 a chiedere, con interrogazioni, mozioni e ordini del giorno, che venisse sanata una situazione che rischiava di compromettere seriamente il servizio prezioso ed essenziale svolto quotidianamente da queste associazioni di volontariato.
Una battaglia importante, alla quale ho sempre creduto e per i cui risultati mi sono sempre battuto.
Purtroppo c’è ancora chi tenta di accaparrarsene il merito, dimenticando che esistono, anche in politica, determinati argomenti sui quali bisogna operare facendo fronte comune.
È il caso dell’ex consigliere regionale Raffaella Paita che ha perso una buona occasione di tacere, di fronte alle comunicazioni del collega Claudio Muzio che ha condiviso con me questo percorso, lamentando lei il fatto che se un risultato c’è stato è merito suo.
Cara Onorevole, mi conosci da molto tempo e sai quali sono i temi su cui siamo assolutamente distanti.
Quando però l’ argomento è importante e tocca un settore come questo, è giusto e corretto mettere da parte “bandierine” e lavorare, in silenzio, per trovare soluzioni e non per scatenare inutili polemiche.
Riteniamo fondamentale il diritto di esonerare dal pagamento del pedaggio chi svolge un servizio così importante a sostegno dei cittadini, tanto più in una terra difficile come la nostra, dove l’utilizzo dell’autostrada, da parte dei mezzi di soccorso, è di fatto una scelta obbligata per raggiungere gli ospedali.
Questo è sempre stato il nostro intento, e non saranno sterili diatribe su chi è arrivato prima a distogliere il nostro impegno e il nostro tempo dal raggiungimento dell’obiettivo”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.