Celle, torna “Pellicole”

Tre appuntamenti a partire da martedì

E dopo aver fatto capolino a Natale, “Pellicole”, l’evento cinematografico promosso dal Comune di Celle Ligure organizzato dall’Associazione Progetto Cine Indipendente, torna in questa primavera 2019 con ben tre appuntamenti importanti.

Si comincia Martedì 23 aprile alle ore 17:00 con un appuntamento dedicato ai bambini ma che coinvolgerà molto anche i grandi: “Mr Peabody e Sherman” film di animazione di Rob Minkoff . Mr. Peabody è un tipo dalle doti eccezionali, intellettuale, scienziato da Premio Nobel, musicista, inventore, vincitore di medaglie olimpiche: questo sarebbe già eccezionale se non si dovesse aggiungere il fatto che è…. un cane. E’ anche il padre adottivo di un simpatico bambino di nome Sherman (d’altronde “se un bambino può adottare un cane, perché un cane non può adottare un bambino?”) per il quale inventa il “torni indietro” una macchina del tempo con la quale i due visitano le diverse epoche storiche e incontrano i grandi personaggi. Tutto fila nel migliore dei modi fino al giorno in cui Sherman inizia ad andare a scuola… e mr. Peabody si rende conto che fare il genitore è una sfida di gran lunga superiore a quelle affrontate fino a quel momento!.

Nato da una trasmissione cult americana degli anni ’50, “Mr. Peabody e Sherman” è un mirabolante ed esilarante viaggio nelle diverse epoche storiche (dalla Rivoluzione Francese, all’Antico Egitto, dal Rinascimento Italiano, con la partecipazione straordinaria di Leonardo Da Vinci, alla guerra di Troia) durante il quale, con arguzia e sottile ironia, vengono anche affrontati temi seri come il bullismo, l’adozione e la diversità. Un film che con le sue diverse chiavi di lettura si adatta perfettamente ad un pubblico infantile e ad un pubblico più adulto.

Si continua mercoledì 24 alle ore 21 con il film “Le mele di Adamo” di Anders Thomas Jensen. Adam è un convinto neonazista che, dopo essere uscito di prigione, viene assegnato alla comunità di recupero di padre Ivan, pastore protestante, dove si troverà in compagnia di un cleptomane alcolizzato ex campione di tennis, di un terrorista islamico e di una donna incinta.

Dovendo indicare un obiettivo finale della sua permanenza Adam dichiara, provocatoriamente, di voler realizzare una torta, sennonché Ivan a sua volta lo sfida a fare una torta di mele con i frutti di un albero cresciuto vicino alla chiesa.

Adam dovrà lottare contro la natura che si accanisce contro l’albero e il compito, che pareva semplice, diventerà quasi impossibile.

Nel frattempo, anche attraverso la lettura (travisata) della Bibbia, cercherà di dimostrare a padre Ivan di essere cattivo e pertanto di non poter cambiare ma la convivenza con i suoi strani inquilini (compreso lo stesso padre Ivan) e la conoscenza delle loro storie di vita porteranno Adam a considerare le cose diversamente…

Sintetizzare “Le mele di Adamo” cercando di renderne un’idea è cosa difficilissima. E’ sicuramente una commedia ma è permeato di un umorismo tanto divertente quanto “scorretto”. E’ un fumetto, una commedia dell’assurdo ma ci fa pensare e non poco.

Le mele di Adamo è a tutti gli effetti è un piccolo grande capolavoro danese.

Venerdì 26 aprile si chiude l’appuntamento primaverile con Pellicole con uno dei grandi film degli ultimi anni La La Land di Damien Chazelle. Mia attrice e Sebastian musicista, non si conoscono ma entrambi si sono appena trasferiti a Los Angeles in cerca di fortuna. Lei, tra un provino e l’altro, fa la cameriera in un bar frequentato da star del cinema e lui suona nei piano bar. Dopo alcuni incontri casuali i due iniziano un’amicizia che ben presto diventerà passione, anche grazie alla condivisione delle passioni e all’incoraggiamento reciproco per raggiungere le proprie aspirazioni. Ma quando il successo comincia ad arrivare, nonostante l’amore, il loro rapporto ne risente….

La La land è sicuramente un incredibile omaggio al musical anni ’50 come “Cantando sotto la pioggia” o “Un americano a Parigi” ma riesce ad andare oltre, portando il sogno nella realtà e la realtà dentro il sogno (d’altronde già il titolo “La La Land” è un gioco di parole riferito alla città di Los Angeles e al suo essere fuori della realtà), fondendo il fasto irraggiungibile dei film con Ginger Rogers e Fred Astaire con la quotidianità e i problemi della vita di oggi.

Grazie a personaggi delineati e interpretati in maniera magistrale “La La land” non è solo un film ma è una vera alchimia che, come una pozione magica, riesce ad incantare, e stregare, anche il pubblico più difficile.

Le proiezioni si svolgeranno tutte presso la sala consiliare del Comune di Celle Ligure in attesa di tornare quest’estate con altri appuntamenti imperdibili.

Condividi ora

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi