Alassio Attualità

Il sindaco Canepa ricorre in appello contro la condanna per l'ordinanza "anti-migranti"

Alassio. Ricorre in appello il sindaco alassino Enzo Canepa contro la condanna a 4mila euro di multa per la discussa ordinanza cosiddetta “anti migranti”.
«Nessuna discriminazione. Semmai una decisione assunta per tutelare gli alassini», afferma il sindaco che nel 2015 emise un’ordinanza che vietava la sosta ad Alassio di quei migranti privi di certificato medico che escludesse eventuali malattie contagiose.

Informazioni sull'autore del post