Cultura e Spettacoli In Primo Piano

Festiva di Sanremo, altri tre "rimandati"

Sanremo. In realtà non esiste un santo che dà il nome alla città. C’è però un San Romolo che la fonetica ligure ha fatto diventare Sanremo. E ci sono anche falsi dei della musica e della canzone, alcuni di essi pure in declino inarrestabile. Poco importa. Si parte dai numeri che certificano un boom decennale: 50,4% di share non succedeva dai tempi di Bonolis, ma il florilegio di frasi tipiche come:” Conti batte Conti”, “Conti batte se stesso” è francamente avvilente.
La seconda serata inaugura subito la gara serrata dei giovani ed è già una bella cosa perchè ai tempi di Baudo le giovani proposte venivano sbattuti in scaletta all’1.40. Sono stati divisi in due infornate: quattro stasera e quattro domani: due per sera saluteranno. Marianne Mirage,ha cantato la sua “Le canzoni fanno male”, seguita da Francesco Guasti che ha portato all’Ariston “Universo”, Braschi “Nel mare ci sono i coccodrilli” e Leonardo Lamacchia “Ciò che resta”. Il verdetto premia Francesco Guasti e Leonardo Lamacchia.
L’arrivo in scena della De Filippi è imminente e più leggero anche se la gag dei portachiavi non è il massimo dell’ilarità, complessivamente però Lady Mary se la cava meglio di ieri. La gara dei big incombe, ci sono da ascoltare gli altri undici pretendenti. Arrivano Bianca Atzei e Marco Masini prima del primo ospite di giornata: Francesco Totti. Primo momento “sociale” con Salvatore Nicotra, il dipendente pubblico di Catania che non si è mai assentato per malattia in 40 anni di lavoro; a rimorchio c’è uno strepitoso Crozza che compare in primo piano come gli inviati di 90°Minuto: “Consiglio solo di mettere Al Bano al posto di Alfano agli Esteri. Cambierebbe una consonante ma si raddoppierebbe l’efficacia dell’inglese”. Super. Imita Mattarella e parla di natalità ma anche di pari opportunità: “Le donne lavorano di più e vengono pagate di meno”.
La gara riparte con Gigi d’Alessio, Francesco Gabbani, Michele Bravi e Paola Turci. Robbie Williams fa inpennare lo share con il suo ultimo successo “I love my life”e Giorgia rende omaggio alle sue origini artistiche festivaliere. L’ingresso di Keanu Reeves fa scena: “E’ bello essere in Italia” dice. Ultimi fuochi con Zarrillo, Chiara e la coppia Giulia Luzzi e Raige. Ultimo televoto. Nell’attesa il trio romano e romanesco: Insinna, Brignano e Cirilli (che però è di Sulmona). Ecco i nomi dei tre “nominati”: Nesli & Alice Paba, Bianca Atzei, Raige e Giulia Luzzi. con loro Clementino, Ron, Giusy Ferreri. Giovedì, due di loro abbandoneranno il Festiva definitivamente

Informazioni sull'autore del post