Attualità Savona Vado Ligure

Savona, migliaia in piazza per dire “NO” al rigassificatore

Continua la protesta di migliaia di savonesi scesi oggi in piazza per protestare contro l’ipotesi di collocamento del rigassificatore al largo di Savona e Vado Ligure nel 2026. Alla manifestazione, oltre agli esponenti di Greenpeace, ha visto la partecipazione di tanti sindaci del territorio, tra cui: Nicola Isetta (Quiliano); Maria Nicoletta Rebagliati (Bergeggi); Gianluca Nasuti (Albissola); Briano (Altare), per il Comune di Savona erano presenti gli assessori: Di PAdova e Rossello in quanto il sindaco Marco Russo era in missione a Roma proprio per sottolineare la posizione contraria al progetto del territorio.

Stanno andando avanti. Stanno proseguendo nello sciagurato intendimento (nato dalle intese tra Toti e Snam) di mettere il rigassificatore davanti al nostro mare, con tutti gli elevati rischi evidenziati dai tecnici del vari Comuni, oltre che da enti quali Capitaneria di Porto, Vigili del Fuoco, Asl, Ispra, ecc. Stanno disattendendo varie procedure nell’ambito dell’iter progettuale – dicono dalle associazioni contro il rigassificatore – Non vogliono ascoltare la contrarietà del territorio: il 97% è contrario al progetto: sindaci, amministratori, associazioni di categoria, operatori del turismo, comitati, sindacati, partiti anche di centrodestra, ecc”, hanno detto gli organizzatori della manifestazione.

Informazioni sull'autore del post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *