Cultura e Spettacoli Quiliano

Quiliano, tutto pronto per il premio Cinema 2024

Il Premio Quiliano Cinema nasce nel 2017 da un’idea del Gruppo Cineforum Quei Bravi Ragazzi, gruppo di volontari appassionati di cinema che, sotto l’egida dell’Assessorato alla Cultura, per il tramite della Biblioteca Civica Aonzo, realizza eventi con l’obiettivo della diffusione del linguaggio cinematografico soprattutto nel proprio territorio di appartenenza e con l’auspicio di creare nuove forme di incontro e di confronto dialettico attraverso la proiezione di film d’autore e non solo. Patron e conduttore della manifestazione è il giornalista cinematografico, scrittore, regista, attore e produttore “Steve” Stefano Della Casa, amico e collaboratore insostituibile dalla prima edizione. Viene coinvolto da subito nel progetto l’artista Gianni Celano Giannici pittore e ceramista che viveva a Quiliano, deceduto nel 2020, che ha realizzato il premio in ceramica simbolo dell’evento, a suggellare il sodalizio tra forme d’arte diverse.

 

 

Programma:

 

Sabato 1 giugno
Nuovofilmstudio

ingresso libero

 

h.15.00
Apertura Premio Quiliano Cinema 2024
Intervengono: Luciano Carlino (Organizzatore Premio Quiliano Cinema), Renato Allegra (Presidente Nuovofilmstudio).

 

h. 15.30
Pretendo l’Inferno
di Eugenio Ercolani

con Luc Merenda – Italia 2024, 78’

 

Incontrano il pubblico: Steve Della Casa e Luc Merenda (attore cult/icona del polizziottesco)
Pretendo l’inferno, da un soggetto dello stesso Merenda e del critico cinematografico Steve Della Casa, scritto e diretto da Eugenio Ercolani, attraverso il suo protagonista ripercorre i momenti più importanti per il cinema italiano dai primi anni ’70 fino alla nascita della televisione generalista. Un viaggio nel viale dei ricordi per Luc Merenda, icona di uno dei periodi d’oro del cinema italiano, quello dei film di genere. Attraverso gli incontri con amici e colleghi di lavoro, l’attore ci racconta quegli anni: la violenza, l’impegno politico, l’amicizia, la criminalità, gli anni di piombo, la stagione delle bombe nere e rosse, dei rapimenti. Il tutto alla sua maniera, senza un ordine didascalico e cronologico, mixando più linguaggi.

 

 

 

h.20.30
Collegamento video in diretta con Dario Argento.

 

h.21.00
Profondo Argento
di Giancarlo Rolandi, Steve Della Casa

Italia 2023, 65’
Incontrano il pubblico: Maurizio Tedesco (produttore, montatore, regista) e Paola Poli (direttrice artistica e organizzatrice del Premio Afrodite, premio per le donne nell’audiovisivo, co-direttrice artistica dell’Ortigia Film Festival)

 

Dario Argento, uno dei più acclamati registi italiani nel mondo è in realtà una persona che ha sempre protetto la sua sfera privata. Un viaggio nell’intimità della sua casa, nel suo archivio personale gelosamente custodito, da cui spuntano foto e documenti inediti, e tra le location dei suoi film, accompagnato dagli spezzoni delle sue opere, che riemergeranno dal passato per dialogare con il presente. A comporre un puzzle color Argento.

 

h.22.00
Steve Della Casa e Alessandro Boschi conversano con Maurizio Tedesco e Paola Poli produttori del film – Premiazione ospiti.

 

Domenica 2 giugno
Cinema Teatro Nuovo di Valleggia

 

h.10.00
Io sono Vera
di Beniamino Catena

Italia 2020, 101’

Vera, scomparsa da bambina, ritorna due anni dopo nel corpo di una donna, e con una memoria che vacilla tra due personalità. Cosa le è accaduto?

 

h.12.00
Le donne cambiano il Cinema – incontro pubblico
Cristina Bolla (presidente della Fondazione Genova Liguria Film Commission) e Nicoletta Polledro (produttrice, sceneggiatrice, ricercatrice e archivista per l’Archivio Nazionale Cinematografico della Resistenza).

 

h.16.15
Conversazione tra le due attrici Angelica Giusto e Greta Gasbarri.

 

h.17.00
Trailer del film La ragazza delle gardenie, anteprima nazionale, con intervento del regista Christian Olcese.

 

h.18.00
Steve Della Casa e Alessandro Boschi conversano con l’attrice Milena Mancini.
Interviene sul palco Paola Poli.

 

h.21.00
Proiezione del film Mia di Ivano De Matteo con Greta Gasbarri e Milena Mancini.

 

Informazioni sull'autore del post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *