Attualità Savona

Savona, due nuove aperture pomeridiane all’ufficio passaporti

L’Ufficio Passaporti della Questura e del Commissariato di Alassio – che sta gestendo l’aumento di richieste del documento per l’espatrio cercando di venire incontro alle necessità di tutti i cittadini – ha fatto recentemente una ricognizione di tutti, i tanti, documenti pronti ma che non sono stati ancora ritirati.

Sono oltre 300, la maggior parte di cittadini di Savona e molti di questi documenti sono pronti già da diverse settimane, alcuni addirittura sono pronti da mesi. Da qui l’invito a tutti coloro che hanno fatto la richiesta di passaporto di ritirarlo in Questura o in Commissariato o, in caso di impossibilità, di delegare qualcuno al ritiro.

Per far fronte alle tante richieste, sono aumentati gli orari di apertura dello sportello, con l’aggiunta di due aperture pomeridiane nei giorni di lunedì e mercoledì, oltre l’apertura mattutina dal lunedì al venerdì.

Un’altra novità riguarda l’agenda online, con la possibilità di fissare la data dell’appuntamento con due modalità diverse: con una procedura “ordinaria” per chi non prevede di partire a breve e con una procedura “prioritaria”, per chi ha bisogno – per motivi di salute, lavoro, studio o turismo – di avere il documento entro 30 giorni, in questi casi occorre allegare la documentazione che attesta la data del viaggio.

Questa procedura differenziata, applicata in tutta Italia, permette di soddisfare le diverse esigenze dei cittadini, assicurando la consegna del documento in tempo utile per una partenza improvvisa.

Infine, la Questura e il Commissariato di Alassio raccomandano a chi prenota un appuntamento in agenda online di rispettare la prenotazione ottenuta, perché si è constatato che molti cittadini non si presentano all’appuntamento: in caso di impedimento, l’agenda passaporti permette di disdire l’appuntamento dando ad altre persone la possibilità di prenotarsi.

Alcuni giorni fa, su 36 appuntamenti in agenda ben 9 persone non si sono presentate.

Informazioni sull'autore del post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *