Attualità Imperia e provincia Politica

Forum frontalieri Ventimiglia, assessore regionale Marco Scajola: “Raggiunti risultati storici”

L’assessore regionale ai Rapporti con i lavoratori frontalieri Marco Scajola ha partecipato oggi, in rappresentanza di Regione Liguria, al Forum lavoratori e pensionati frontalieri tenutosi al teatro comunale di Ventimiglia. Al convegno organizzato dall’Associazione frontalieri autonomi intemeli (Fai) in collaborazione con Regione Liguria e Comune di Ventimiglia, hanno preso parte importanti autorità del Principato di Monaco e del territorio imperiese tra cui il ministro della Sanità monegasco Christophe Robino, il presidente della Provincia di Imperia Claudio Scajola e il sindaco di Ventimiglia Flavio Di Muro.
Al centro dell’attenzione pensioni e assistenza sanitaria per gli italiani che lavorano nel Principato. L’assessore Scajola, in particolare, ha relazionato sulle azioni messe in campo da Regione Liguria negli ultimi anni anche grazie all’istituzione, nel 2019, della Consulta regionale per i lavoratori frontalieri liguri.
“L’impegno della nostra amministrazione regionale in tema di frontalieri è stato costante in questi anni e ci ha consentito di raggiungere risultati storici – ha dichiarato Marco Scajola -. Il più rilevante tra questi è legato all’imposizione fiscale dei pensionati frontalieri scesa dal 23 al 5% grazie a un lavoro di squadra con il presidente Giovanni Toti e l’onorevole Ilaria Cavo. Siamo riusciti a equiparare i nostri lavoratori a quelli operanti in Svizzera eliminando un’ingiusta disparità. Abbiamo inoltre messo a sistema una serie di corsi gratuiti di lingua francese che, anno dopo anno, danno i loro frutti, consentendo a centinaia di frontalieri di migliorare la propria conoscenza della lingua francese. Regione Liguria dimostra, insomma, il proprio totale appoggio ai lavoratori frontalieri ed è costantemente al lavoro per migliorarne la posizione. Un ringraziamento conclusivo al Fai per questo interessante Forum di confronto, ma anche – ha concluso – e soprattutto per il grande lavoro svolto quotidianamente”.

Informazioni sull'autore del post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *