Cultura e Spettacoli Genova

Genova e San Sebastian, capitali europee del natale 2022, inaugurano le festività con un collegamento in diretta dalle loro piazze principali

La città di Genova San Sebastián, località turistica sul Golfo di Biscaglia, nella regione montuosa spagnola dei Paesi Baschi, entrambe capitali europee del Natale 2022, hanno dato il via alle festività natalizie, che quest’anno le vedono gemellate, con un collegamento via web da piazza De Ferrari, in diretta streaming sulla Tv nazionale di Spagna e su Tele Cinco.

 

Ad accogliere gli amici spagnoli da piazza De Ferrari c’era l’assessore al Turismo del Comune Alessandra Bianchi; da San Sebastian hanno risposto il sindaco Eneko Goia e la vicesindaco Marisol Garmendia. Ad aiutare le istituzioni con le traduzioni dai rispettivi palchi Massimo Ruggero e Xabier Perez.

 

«Sono molto orgogliosa che Genova sia stata designata European Capital of Christmas insieme a San Sebastian– ha detto l’assessore al Turismo Alessandra Bianchi– perché siamo stati premiati per l’alto livello tecnico dei progetti presentati, per le proposte e l’impegno nel perseguire i valori europei del Natale, dell’integrazione, della tolleranza, della convivenza e della pace, che sono al centro e all’origine del progetto europeo. Spero che quello di oggi sia il primo passo verso una futura collaborazione turistica, culturale e anche economica, con l’obiettivo di fare rete e crescere insieme. Agli amici spagnoli auguro un Natale di pace, di riflessione e di ritrovata serenità, dopo il periodo buio che tutti noi abbiamo vissuto con la pandemia».

 

«Condividiamo insieme a Genova questo momento di gioia che ci vede capitali europee del Natale e dei valori ad esso collegati; un Natale diverso, finalmente, da quello dell’anno scorso, che è stato difficile e pieno di ristrettezze, ma un Natale che vede ancora il conflitto in Ucraina acceso e che ci deve far riflettere sulle cose importanti- ha detto il sindaco di San Sebastian Eneko Goia– Ai miei cittadini ho chiesto meno regali e più opere di bene per il popolo ucraino. Ma voglio condividere con i fratelli genovesi questo giorno di festa, promuovendo per le nostre due città convivenza, armonia, integrazione e conoscenza dei valori dell’Europa».

 

Scambio virtuale di doni dal palco: l’assessore Bianchi ha ricevuto una piccola scultura realizzata da San Sebastian per l’occasione, con i simboli delle due città e l’incisione che celebra il loro gemellaggio; da Genova, invece, partirà il dono verso la Spagna soltanto il prossimo 17 dicembre, in occasione della cerimonia del Confuego, quando una delegazione si recherà a San Sebastian e consegnerà personalmente il Genovino e una pubblicazione storica della città. Sempre via web, i cittadini presenti in piazza hanno potuto assistere alla performance di due ballerini che si sono esibiti nella “aurresku, danza tradizionale basca, e a quella del Gruppo Storico Sestrese impegnati in una danza nobiliare del XVI secolo. Infine, il volo dei palloncini sui quali i rappresentanti delle due città hanno scritto un desiderio: “integrazione”, per i baschi, “pace e “cooperazione internazionale” per Genova. I palloncini sono volati in cielo come segno di buon auspicio natalizio, mentre sul maxi schermo allestito in piazza De Ferrari passavano le immagini di Genova e di San Sebastián illuminate.

Informazioni sull'autore del post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *