Genova In Primo Piano Politica

Genova, MArco Bucci resta sindaco: respinto il ricorso di 21 cittadini

Il sindaco di Genova Marco Bucci non decade. Le  cariche di Sindaco e di commissario straordinario per la costruzione del nuovo ponte sono compatibili. Lo ha stabilito i giudici della prima sezione del tribunale civile di Genova che ha bocciato il ricorso presentato da 21 cittadini per una presunta ineleggibilità. Queste le motivazioni:

“Le comuni caratteristiche di generalità e ordinarietà di esercizio di poteri pubblicistici elencati nell’art. 60 Tuel vanno sicuramente ravvisate nell’incarico di Commissario del Governo ex art. 124 Cost., il quale “sovraintende alle funzioni amministrative esercitate dallo stato e le coordina con quelle esercitate dalla regione”.
A conferma della natura ordinaria e generale dei poteri attribuiti a quest’ultimo, sta la circostanza che lo vede nominato (art. 13 L. 400/88) “tra i prefetti, i magistrati amministrativi, gli avvocati dello Stato e i funzionari dello Stato con qualifica non inferiore a dirigente generale”, e cioè tra soggetti che costituiscono l’ossatura dell’apparato dirigente statuale e ai quali sono assegnate in via ordinaria le funzioni generali di amministrazione pubblica. Ben diversamente, l’incarico di “Commissario Straordinario” di cui all’art. 11 L. 400/88 è contraddistinto dall’esercizio di poteri pubblici né generali né ordinari, bensì – all’opposto – di poteri speciali e straordinari, determinati da eventi o problemi imprevisti – se non addirittura di carattere eccezionale – che impongono l’adozione di strumenti urgenti ed extra ordinem con cui assumere la gestione della cosa pubblica. A tal fine non appare dubitabile che i sindaci italiani (e in generale gli amministratori locali) siano naturaliter i migliori candidati per esercitare poteri emergenziali in sede locale, poteri la cui efficienza e incisività postula inevitabilmente una profonda conoscenza del territorio nonché una collaudata consuetudine con i corpi sociali e politici espressi dalle
comunità locali.

Informazioni sull'autore del post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *