Cronaca Genova

Genova, volo salvavita da Bucarest al Gaslini

È arrivato all’Aeroporto Cristoforo Colombo di Genova un neonato rumeno di 28 giorni di vita, per essere assistito dagli specialisti dell’IRCCS Giannina Gaslini, è in corso il trasporto realizzato dal personale del Gaslini.
I genitori e un gruppo di amici sono riusciti ad organizzare un trasporto con aereo ambulanza privato da Bucarest a Genova, per permettere al piccolo di essere preso in cura dalla UOC Patologia Neonatale del Gaslini, che è dedicata alla ricerca, diagnosi e cura delle patologie neonatali, diretta dal professor Luca Ramenghi, Past President della società Italiana di Medicina Perinatale e membro dell’European Neonatal Brain Club.
“Il neonato alla nascita, avvenuta a termine, ha presentato una emorragia cerebrale della quale attualmente non non sono conosciute l’origine e le possibili comorbidità: l’emorragia intraventricolare in un neonato a termine purtroppo può derivare da diverse altre patologie. Faremo il possibile per capirne l’origine e predisporre le cure più efficaci” spiega il prof. Luca Ramenghi.
“La Patologia e Terapia Intensiva neonatale ricovera circa 400 neonati annualmente, nonostante il calo delle nascite a oggi si ricoverano ancora ogni anno quasi 80 bambini sotto il chilo e mezzo di peso, dei quali circa il 40% è sotto il chilo ed a particolare rischio di problemi neurologici futuri . Il reparto è riferimento per tutta la Liguria e riceve attraverso il Trasporto Neonatale circa 200 bambini di origine regionale ed extraregionale. Centro di riferimento nazionale per neonato che sviluppano lesioni e patologia cerebrali a termine e prematuri. Fortissima e la collaborazione neurologia con i neuroradiologi ed anche i neurochirurghi ed i neurologi pediatri dell’Istituto” sottolinea il prof. Ramenghi.
“Il nostro pensiero è rivolto al neonato e alla sua famiglia – afferma il presidente e assessore alla Sanità della Regione Liguria Giovanni Toti -. Siamo certi che qui in Liguria il piccolo paziente potrà ricevere dai professionisti dell’ospedale Gaslini la migliore assistenza sanitaria di cui ha bisogno”.

Informazioni sull'autore del post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *