Cultura e Spettacoli

Ezio Luzzi, racconta il suo “Tutto il calcio minuto per minuto”

Una delle cinque voci più celebri della radio italiana, ha raccontato per quattro decenni il calcio in tutte le sue declinazioni: dai campionati nazionali, ai Mondiali, passando per Europei ed Olimpiadi. La sua voce arrivava in scaletta a “Tutto il calcio Minuto per Minuto” dopo quelle di Enrico Ameri, Sandro Ciotti, Alfredo Provenzali e Claudio Ferretti, e ricordare oggi a distanza da tanti anni che la sua “casa” era la Serie B è riduttivo perchè Ezio Luzzi è prima di tutto un giornalista. Basti pensare che, dopo aver lasciato nel 2000 la celebre trasmissione, ha proseguito in radio intrattenendo gli ascoltatori insieme ad Enrico Bassignano a “Ho perso il trend” parlando in modo ironico di politica e di gossip.

L’11 gennaio “Tutto il calcio minuto per minuto” compirà 61 anni ed
Ezio Luzzi, ha raccolto alcuni degli episodi e degli aneddoti vissuti in cinquant’anni di radio cronache in un libro che non è una biografia, ma raccoglie tutta la sua esperienza: “Tutto il mio calcio minuto per minuto. Mondiali, Olimpiadi e altre storie” (Baldini+Castoldi).

Ospite della trasmissione START, condotta da Fabio Calvari e Gian Luca Firpo, ha raccontato uno degli avvenimenti più particolari della sua carriera quando, il 27 luglio 1996, ci fu l’attentato durante le Olimpiadi al Centennial Olympic Park di Atlanta, di cui fu uno dei primi narratori.

Otto mondiali alle spalle, la prima radio cronaca nella quale ci fu Nicolò Carosio – il primo “cantore” del calcio – Ezio Luzzi racconta i cambiamenti che questo mondo ha subito nel tempo.
“Adesso vediamo partite a tutte le ore del giorno, in passato alle 14.30 della domenica scendeva in campo tutta l’Italia, dalla Serie A ai dilettanti e tutti erano protagonisti: calciatori, radio cronisti, pubblico.
Lo spezzatino di oggi non piace alla gente, infatti ora si sta ritornando un po’ indietro. Domenica hanno giocato sette partite contemporaneamente… mi sembra che si stia cercando un ritorno a quell’Italia di allora.”

Ecco il podcast per chi volesse riascoltare l’intervista: https://www.radio104.it/podcast/intervista-ezio-luzzi/

Sara Grasso e Gian Luca Firpo

Informazioni sull'autore del post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *